Falco: “Non molleremo contro il Milan, in Italia non credevano in me”

Filippo Falco, attaccante italiano della Stella Rossa, parla alla vigilia della gara contro il Milan di Europa League in una lunga intervista.

Filippo Falco (Foto Instagram @filippofalco10)

Un lungo girovagare tra nord e sud Italia, con esperienze tra le altre a Lecce, Bologna e Pescara, e tra Serie A e Serie B prima dell’occasione di esordire in Europa League: Pippo Falco, assieme a Diego Falcinelli è pronto a tornare a sfidare il Milan, questa volta in una competizione europea.

L’attaccante salentino, classe 1992, è arrivato in questo gennaio alla Stella Rossa di Belgrado, esordendo sabato tra le file della formazione serba. Oggi la seconda punta, a volte esterno d’attacco, esordirà anche nelle competizioni europee, contro un avversario che ha già sfidato quando militava nelle file del Lecce.

Il calciatore ha voglia di rivincita verso il calcio italiano e punta a segnare durante il suo esordio assoluto in Europa League.


Leggi anche:


Le parole di Filippo Falco

Raggiunto ai microfoni di Minuti di Recupero, l’attaccante ha concesso una lunga intervista parlando del Milan e del calcio italiano.

Ecco un estratto delle sue parole:

Contro il Milan possiamo farcela, siamo forti e di qualità, non molleremo. Per lo scudetto vedo l’Inter favorita, ma Juve e Milan possono giocarsela fino alla fine, e a inizio campionato credevo anche nel Napoli”.

Sulla sua esperienza alla Stella Rossa:

“Spero di giocare, ma ci sono delle gerarchie, voglio una rivincita dal calcio italiano che non ha creduto in me. Il Bologna mi ha mandato in giro per l’Italia senza mai darmi un’opportunità. Pensavo di essermi riguadagnato la Serie A, ma non è stato così. Voglio stupire in Europa League”.