MotoGP, Fausto Gresini è morto: il comunicato del team

Purtroppo Fausto Gresini è morto. Il suo team ha confermato il decesso dell’ex pilota e manager, che era ricoverato in ospedale a Bologna causa Covid.

Fausto Gresini morto
Fausto Gresini (©Getty Images)

Fausto Gresini non ce l’ha fatta. Dopo una lunga battaglia contro il Covid-19, l’ex pilota e manager del Motomondiale è morto all’età di 60 anni.

A dare la terribile notizia ufficiale è stato il team Gresini Racing, squadra corse da lui creata dopo la fine della sua carriera da rider. Queste le parole del comunicato: «La notizia che non avremmo mai voluto dare, e che purtroppo siamo costretti a condividere con tutti voi. Dopo quasi due mesi di lotta contro il Covid, Fausto Gresini è tristemente scomparso, pochi giorni dopo aver compiuto 60 anni».

Fausto Gresini, l’addio dopo la lotta col Covid-19

Gresini era stato ricoverato il 27 dicembre dopo aver accusato i sintomi del Covid-19. Al momento della morte si trovava ancora nel reparto di terapia intensiva dell’Ospedale Maggiore di Bologna. A inizio febbraio il tampone era risultato negativo, ma il terribile coronavirus ha colpito in maniera importante i suoi polmoni e le condizioni di salute sono state altalenanti in queste settimane.

Ci sono stati dei momenti nei quali il team Gresini Racing e il figlio Lorenzo avevano dato notizie incoraggianti e c’era la sensazione che Fausto Gresini potesse veramente riprendersi. Ma di recente c’è stato un peggioramento che lo ha portato a perdere la sua battaglia, dopo le tante vinte in pista da pilota e da manager.

Gresini è stato un due volte campione del mondo nella classe 125. È stato pilota nel Motomondiale tra il 1982 e il 1994 disputando 132 gare, vincendone 21 e conquistando complessivamente 47 podi. Nel 1997 ha fondato il suo team e ha vinto tre titoli: con Daijiro Kato in 250 nel 2001, con Toni Elias in Moto2 nel 2010 e con Jorge Martin in Moto3 nel 2018. La sua è stata l’ultima squadra per la quale ha corso Marco Simoncelli, indimenticato rider venuto a mancare nel terribile incidente di Sepang nel 2011.

Sono tanti i messaggi di affetto rivolti a Gresini in questo momento difficile. Il pensiero va soprattutto alla famiglia e al team, ai quali rivolgiamo anche noi le nostre sentite condoglianze per questa brutta perdita.