Ufficiale: Suning scioglie lo Jiangsu | L’Inter ora trema

Dalla Cina arriva il comunicato ufficiale della chiusura del club gemello dell’Inter, su decisione della famiglia Zhang.

Suning scioglie club
Steven e Jindong Zhang (Getty Images)

L’Inter in questo periodo della sua storia vive una specie di paradosso incredibile, sul piano calcistico e finanziario.

I nerazzurri sono la squadra da battere in campionato, in testa alla classifica di Serie A e l’unica che negli ultimi due anni ha investito fortemente sul mercato internazionale.

Ma allo stesso momento la squadra di Antonio Conte non ha più solide basi a livello societario. Colpa del Governo cinese, che ha imposto per questioni fiscali la remissione delle aziende nazionali dalle attività non primarie.

Suning Holdings Group, la società cinese proprietaria dell’Inter FC dal 2016, è dunque intenzionata a chiudere i propri investimenti nel calcio. Poco fa è arrivata infatti la notizia che conferma il tutto.


Leggi anche:


La famiglia Zhang chiude con il calcio: Inter a rischio

Poco fa è stato emesso un comunicato a firma della famiglia Zhang che annuncia lo scioglimento dello Jiangsu Suning, ovvero la società calcistica che tra l’altro è campione della Cina in carica.

Questo il testo tradotto in italiano: “A causa della sovrapposizione di variabili incontrollate, lo Jiangsu non può garantire la permanenza nella Super League e nell’AFC. Negli scorsi sei mesi il club ha fatto di tutto per garantire la successione del club, senza tralasciare nessuna opportunità. Arrivati alla deadline per l’iscrizione alla stagione 2021, dobbiamo fare un annuncio: con effetto immediato, cessiamo di gestire le operazioni del club, allo stesso tempo ci aspettiamo imprese che vogliano discutere con noi del futuro”.

Zhang Jindong è stato costretto dunque a chiudere la gestione della storica squadra con sede a Nanchino. Una notizia che fa tremare i tifosi dell’Inter, visto che il prossimo passo di Suning sarà abbandonare ufficialmente anche gli investimenti in Italia.

Il club nerazzurro, come è noto da tempo, è in vendita. Dalla Cina arrivano rassicurazioni parziali, secondo cui Suning continuerà a gestire l’Inter fino all’effettiva cessione delle quote ad un nuovo compratore. Ma in una situazione di crisi generale, dovuta alla pandemia, la questione rischia di andare per le lunghe.