Milan-Udinese, Pioli: “Mancati Ibra e Mandzukic. Leao? Mi aspetto tanto”

Stefano Pioli AC Milan
Stefano Pioli (© Getty Images)

Stefano Pioli ha parlato ai microfoni di DAZN al termine di Milan-Udinese 1-1. Risultato finale deludente sicuramente.

Queste le prime parole del mister rossonero nel post-partita di San Siro: «2 punti persi, volevamo vincere e non ci siamo riusciti. Peccato, di volevano più velocità e qualità nell’uno contro uno contro una squadra che si è chiusa bene dietro».

Convinzione e rabbia inferiori rispetto a Roma? Pioli replica: «Tanta generosità e tanta volontà, però poca lucidità. La determinazione c’era».

Il Milan deve rialzarsi subito, domenica c’è l’Hellas Verona: «Si riparte dalla prossima partita, ognuna fa storia a sé. Le difficoltà di oggi sono state diverse da quella di domenica, dovevamo giocare meglio palla e vincere più duelli. Siamo stati imprecisi sulle palle inattive. La squadra comunque non ha voluto perdere e alla fine è stata premiata per volontà e determinazione».

Rafael Leao ha deluso. Pioli commenta: «Sempre mi aspetto tanto, conosco le loro qualità. Leao ha caratteristiche più adatte ad attaccare gli spazi, contro difese così chiusi fa ancora un po’ di difficoltà. Serve anticipare i difensori e non ce l’abbiamo fatta. Oggi mancavano i centravanti che abbiamo in organico che servivano. Gli altri hanno caratteristiche diverse».

Il miste parla anche di Sandro Tonali, fuori dopo il primo tempo: «Uscito precauzionalmente, ha sentito un flessore diverso dall’altro. Mi auguro che non sia qualcosa di diverso, soprattutto ora che abbiamo tante partite importanti».

Gigio Donnarumma non impeccabile sul gol preso: «Non abbiamo parlato del gol preso. Era una palla lenta, gli sono passati davanti due giocatori e non l’ha vista. Ci ha salvato tante volte, dobbiamo riprendere la nostra corsa pensando alla prossima partita. Oggi non siamo usciti soddisfatti dal campo».