Verona-Milan 0-2, pagelle e tabellino: Kessie dominante, super Krunic

Le pagelle del primo tempo di Verona-Milan, la partita di oggi valida per la 26^ giornata di Serie A. I rossoneri sono avanti 1-0 al momento con gol di Krunic

Krunic Tomori Calabria
Krunic, Tomori e Calabria (©Getty Images)

La partita è complicata ma il Milan, nonostante una lista infinita di assenze, approccia bene il match. Leao ha una chance clamorosa di testa a due passi dal Silvestri, ma non schiaccia e la butta fuori. Poco prima della mezz’ora i rossoneri trovano la rete del vantaggio: Krunic conquista una punizione dal limite, va alla battuta e trova una parabola spettacolare sul secondo palo. Finisce così un primo tempo dominato dall’inizio alla fine dalla squadra di Stefano Pioli che, un po’ a sorpresa, sta dando una risposta di cuore e orgoglio alle difficoltà dell’ultimo periodo.

Il secondo tempo inizia benissimo per il Milan che trova addirittura il raddoppio con Dalot: bellissima la giocata del giocatore di prioprietà del Manchester United, che entra in mezzo al campo, fa una finta per disorientare il difensore e poi col destro trova l’incrocio giusto. Per il resto della ripresa, il Milan gestisce benissimo la partita grazie anche ad un eccellente lavoro in fase difensiva. Il Verona non è quasi mai pericoloso – se non in qualche sporadica occasione – e i rossoneri portano a casa tre punti pesantissimi.


Leggi anche:


Verona-Milan, le pagelle del primo tempo

Donnarumma 6 – Problema fisico per lui ad inizio partita, ma per fortuna l’allarme rientra. Non viene particolarmente impegnato grazie anche al lavoro splendido in fase difensiva della squadra.

Calabria 6 – Una partita solida, precisa e puntuale come ormai ci ha abituato. Anche lui in un momento di leggera flessione, sta finalmente dando risposte positive.

Tomori 6,5 – Rischia tantissimo nei primi minuti con un retropassaggio a Donnarumma, ma per fortuna Lasagna non arriva sul pallone. Un errore che non lo condiziona: resta in partita con la testa, segue le direttive con ordine sull’altezza della linea e tiene sempre a bada Lasagna (difficile da marcare soprattutto sul lungo). Altra prova convincente per lui.

Romagnoli 7 – Già contro l’Udinese aveva dato risposte positive, ma quella di oggi è una prova che spazza via tutte le inutili polemiche di queste settimane. Bravo capitano!

Dalot 6,5 – Una rete bellissima: finta e tiro, da applausi. Chiamato in causa per il forfait di Theo, si è fatto trovare pronto con una prestazione finalmente di livello (l’ultima volta, prima e unica fino ad oggi, contro lo Sparta Praga nel girone di Europa League).

Kessie 9 – Tutti si infortunano, lui no. Dominante, onnipresente, decisivo. In un momento così difficile, si prende il Milan sulle spalle e lo trascina. Una diga, un punto di riferimento, un leader. Giocatore pazzesco.

Meite 6 – Buon lavoro in mezzo al campo, anche se, con un Kessie così di fianco, il suo lavoro è fin troppo semplice.

Saelemaekers 6,5 – Un solito lavoro enorme per l’esterno ex Anderlecht: non è un caso che, se a disposizione,

Krunic 7 – Conquista e realizza punizione che sblocca il risultato. Ed una conclusione fantastica. Il giusto premio per un ragazzo che ha sempre dato massima disponibilità alla causa.

Castilejo 6 – Prestazione sufficiente per lavoro sporco e intensità, ma questa non è una sorpresa. Se migliorasse in fase conclusiva, sarebbe davvero un esterno importante.

Leao 5 – Un attaccante quel gol non lo sbaglia. Lui sì, e sbaglia tante altre cose.

Il tabellino di Verona-Milan

VERONA (3-4-2-1): Silvestri; Magnani, Günter, Ceccherini; Faraoni, Tameze, Veloso, Lazović; Barák, Zaccagni; Lasagna. A disp.: Berardi, Pandur; Çetin, Dawidowicz, Dimarco, Lovato; Bessa, Ilić, Sturaro, Udogie; Favilli, Salcedo. All.: Jurić.

MILAN (4-2-3-1): Donnarumma; Calabria, Tomori, Romagnoli, Dalot; Kessie, Meïte; Saelemaekers, Krunić, Castillejo; Leão. A disp.: A. Donnarumma, Tătărușanu; Gabbia, Kalulu, Kjær; Díaz, Hauge, Tonali; Roback. All.: Pioli.

Arbitro: Orsato di Schio.

Marcatori: 27′ Krunic