Premier League, novità per gli arbitri: Audio aperto a tutti

Potrebbe esserci una svolta clamorosa nel calcio inglese: la Premier League potrebbe diffondere gli audio degli arbitri per avvicinare il pubblico.

L'arbitro inglese Stuart Attwell (©Getty Images)
L’arbitro inglese Stuart Attwell (©Getty Images)

La figura dell’arbitro sta cambiando sempre di più, soprattutto grazie attraverso la tecnologia. Il VAR  sta cambiando le nostre abitudini, con gol concessi dopo minuti, rigori dati e revocati e infiniti casi e polemiche.

La non uniformità dell’applicazione dei protocolli ha da sempre diviso l’opinione pubblica, che si è sempre interrogata sul perché situazioni simili siano valutate in maniera diversa malgrado l’utilizzo della tecnologia.

Questo muro tra arbitri e tifosi è sempre stato presente nel mondo del calcio, tuttavia in Italia dalla scorsa settimana è stato concesso agli arbitri di parlare ai microfoni RAI. Tuttavia questa scelta ha comunque diviso: infatti ai fischietti è concesso solo parlare di vecchi episodi e non di quelli recenti.

in tal proposito una clamorosa novità potrebbe arrivare dall’Inghilterra, dove la Football Association potrebbe offrire ai tifosi una succosa novità per avvicinare gli arbitri.


Leggi anche:


La Premier League potrebbe pubblicare gli audio degli arbitri

L’audio dei direttori di gara potrebbe essere pubblicato integralmente al termine delle gare di Premier League. L’indiscrezione è stata lanciata dal tabloid inglese Daily Mail che sostiene che i vertici della Football Association starebbero meditando questa via per avvicinare i tifosi alle scelte degli arbitri.

Nel calcio questa sarebbe una novità storica, tuttavia nel mondo dello sport i dialoghi tra arbitri e giocatori sono non solo pubblici ma anche uno strumento per comprendere le dinamiche live del gioco. Basti pensare al rugby, dove il microfono dell’arbitro è sempre aperto, così come nel cricket.

Negli sport americani, Football americano NFL e Basket NBA, invece gli arbitri spiegano solo le decisioni prese con l’ausilio tecnologico.

Il presidente della FA, Mark Bullingham, sostiene che questa mossa serva ad avvicinare arbitri e tifosi in un periodo dove gli appassionati di calcio inglesi stanno vivendo. Infatti le decisioni al VAR dei fischietti britannici sono molto controverse e far sapere ai tifosi cosa i direttori dicono durante la gara possa essere un valore aggiunto per la Premier League.