Bruno Fernandes in Italia: lo score con Novara, Udinese e Sampdoria

Bruno Fernandes è uno degli insostituibili al Manchester United. Il portoghese ha iniziato la sua carriera professionistica in Italia. Ecco come è andata con Novara, Udinese e Sampdoria

Bruno Fernandes Sampdoria
Bruno Fernandes (Getty)

E’ uno dei calciatori più decisivi in Europa“, cosi lo descrisse Lele Adani in uno dei suoi interventi su Sky Sport. Parole importanti quelle dell’ex calciatore, dirette a Bruno Fernandes, subito protagonista con il Manchester United dopo il suo arrivo dallo Sporting Lisbona nel gennaio 2020 per 55 milioni di euro più bonus. Un’escalation impetuosa quella dell’attaccante lusitano e a suo modo anche inaspettata. In pochi, infatti, nonostante l’indiscusso talento del classe ’94, si sarebbero aspettati una crescita simile dopo l’esperienza in Italia di Fernandes con le maglie di Novara, Udinese e Sampdoria.

Al Novara per 40mila euro

Dopo gli inizi con il Boavista, Bruno Fernandes approda in Italia, al Novara in Serie B per 40mila euro. Con la compagine piemontese segna il suo primo gol da professionista con lo Spezia nel 2013 e totalizza 21 presenze in quell’annata conclusa con la sconfitta ai playoff nel doppio confronto con l’Empoli.


Leggi anche 


L’esordio in Serie A con l’Udinese

Le buone prestazioni con il Novara favoriscono l’approdo di Fernandes all’Udinese nell’estate 2013. Da sempre attento ai giovani talenti, il club friulano lo ingaggio dapprima in comproprietà poi a titolo definitivo. Dopo un inizio con la Primavera, Bruno esordisce in campionato  nel novembre 2013 nello 0-3 con l’Inter. Il 7 dicembre, il primo gol in Serie A nel 3-3 con il Napoli, nel quale il portoghese mette a referto anche un assist. Saranno 17 le presenze in totale nella prima annata in Serie A di Fernandes con 4 gol all’attivo. In totale, in bianconero, l’ex Novara disputa 3 stagioni con 95 presenze totali tra campionato e Coppa Italia e 11 gol, un numero inferiore a quello degli assist, 13.

Alla Sampdoria per una sola stagione

L’esperienza all’Udinese termina nell’estate 2016 con l’approdo alla Sampdoria. Alla stregua delle annate precedenti, Fernandes gioca con discreta continuità ma senza impressionare. In 35 presenze in maglia blucerchiata saranno 5 i gol, di cui solo uno in un match vinto ovvero nel 3-1 al Pescara.

Al termine della stagione 2016-17, Fernandes torna in patria. Lo Sporting Lisbona crede in lui e  spende 8 milioni di euro per l’acquisto a titolo definitivo dalla Samp. Un affare, all’epoca, si scrisse per il presidente Ferrero. In realtà quei soldi furono davvero ben spesi dal club lusitano. Con i biancoverdi, Fernandes si impone come uno dei migliori centrocampisti offensivi europei. Vince due Coppe di Lega e una Coppa portoghese. Nel maggio 2019 con la tripletta al Belenenses raggiunge quota 31 gol in quella stagione. Mai nessun centrocampista europeo era arrivato a un numero simile. Oltreché con lo Sporting, Fernandes si impone anche con la Nazionale Portoghese con la quale vince la Nations League 2019.  Nel 2020, l’arrivo al Manchester United. Da 40mila del Novara a 55 milioni di euro dei Red Devils. Il resto è .. storia.