Calciomercato Milan, 30 milioni per il difensore: sfida a quattro

Conferme sull’interessamento da parte del Milan per Nikola Milenkovic. Il club rossonero continua a tenere d’occhio il difensore centrale della Fiorentina, che ha un contratto in scadenza il 30 giugno 2022. Ecco le squadre che lo vogliono

Paolo Maldini Milan
Paolo Maldini (©Getty Images)

Nikola Milenkovic e la Fiorentina si separeranno al termine della stagione. Il difensore classe 1997 avrebbe deciso di non prolungare il proprio accordo con il club viola, per intraprendere una nuova avventura. Il giocatore ha un contratto con i toscani in scadenza il 30 giugno 2022: appare evidente che senza il prolungamento, l’unica soluzione per la Fiorentina è quella di cederlo al miglior offerente nei prossimi mesi.

Le proposte per Milenkovic d’altronde non mancano e l’estate scorsa ci ha provato seriamente anche il Milan. I rossoneri però hanno dovuto virare su altri obiettivi dopo la presa di posizione di Commisso che per il suo giocatore ha chiesto 40 milioni di euro. Il prezzo del serbo, adesso, è inevitabilmente calato per via della scadenza fra meno di un anno e mezzo. Stando agli ultimi rumors di calciomercato, i viola adesso si accontenterebbero (si fa per dire) di 30 milioni di euro.


Leggi anche:


Conferme sul Milan

Sportmediaset conferma che il Milan è tra le squadre interessate a Nikola Milenkovic ma non è l’unica. Sulle tracce del serbo classe 1997 ci sarebbero anche l’Inter, oltre che il Tottenham e il Manchester United.

E’ evidente che il Milan in estate sarà chiamato a rafforzare il reparto difensivo ma il club dovrà prima fare chiarezza sui calciatori attualmente in rosa. Bisognerà innanzitutto decidere se investire sui circa 28 milioni di euro richiesti dal Chelsea per riscattare Fikayo Tomori. Il club vorrebbe abbassare il prezzo ma, come ben sappiamo, trattare con i londinesi non è mai facile.

Servirà poi far chiarezza sul futuro anche di Alessio Romagnoli. Il capitano ha un contratto in scadenza il 30 giugno 2022. Serve un accordo con Mino Raiola, suo agente, per scongiurare un addio a zero ma anche in questo caso la trattativa non si preannuncia per nulla facile. E’ chiaro che con l’accesso in Champions League oltre a Gabbia e ovviamente Kjaer, serviranno almeno altri due titolari.