Milan, per l’attacco Vlahovic: Pioli lo lanciò a Firenze

Dusan Vlahovic, l’attaccante in forza alla Fiorentina, è stato accostato al Milan negli ultimi giorni. Stefano Pioli è stato tra i primi a scommettere sul serbo 

Vlahovic Pioli
Dusan Vlahovic (©Getty Images)

Le ultime voci di mercato ci fanno sapere che il Milan è interessato a Dusan Vlahovic. L’attaccante della Fiorentina sta conducendo una grande stagione con la maglia viola, e potrebbe rappresentare il giusto profilo per rinforzare l’attacco di Stefano Pioli.

Dusan è reduce dalla strepitosa tripletta messa a segno nell’ultima giornata di campionato contro il Benevento. Tre gol che hanno messo ancor di più in risalto il talento dell’attaccante serbo, che adesso è sotto i riflettori di tutta Europa. Oltre al Milan, al Borussia Dortmund e alla Roma, si sarebbe fatto avanti anche il Real Madrid. Il club spagnolo, il più vincente del vecchio continente, sarebbe concretamente interessato a Vlahovic, per farne il sostituto perfetto di Karim Benzema.

Eppure, il percorso di crescita di Dusan, che ha avuto inizio nella Primavera della Fiorentina, vede come protagonista proprio Stefano Pioli. L’attuale tecnico rossonero è stato tra i primi a credere nelle qualità del serbo, e non a caso è stato proprio lui a farlo esordire in prima squadra nella stagione 2018-2019.


Leggi anche:


Pioli, l’allenatore che ha lanciato Dusan Vlahovic

Vlahovic è ormai un giocatore della Prima squadra. Ha sfruttato bene l’occasione in Primavera ed è pronto per il campionato di Serie A”. Con questa frase, Stefano Pioli, alla guida della panchina viola, è stato il primo a scommettere su Dusan Vlahovic. Nella stagione 2018-2019, il tecnico parmigiano regalò il debutto al serbo nella sconfitta casalinga contro l’Inter. Da lì in poi, ben dieci le presenze di Dusan in quella stagione.

Anche se Pioli lasciò l’anno dopo la Fiorentina, aveva ormai gettato le basi della crescita di Vlahovic tra i grandi. Ed oggi, il risultato è assolutamente evidente. Secondo quanto riportato dal giornale La Nazione, nella sua edizione odierna, sono stati in tanti a credere nelle potenzialità dell’attaccante serbo, ma Pioli ha sicuramente qualche merito in più nella sua crescita.

Tra i due è rimasta una grande stima, e non a caso una settimana fa Vlahovic ai microfoni della Gazzetta aveva affermato: “Pioli è un altro grande mister. Il Milan è forte ma con un allenatore come Pioli è ancora più insidioso. Il mister fa giocare bene le squadre che allena e sa sempre come creare problemi alle avversarie”. 

Domenica i due si incontreranno in una grande sfida. Fiorentina-Milan rappresenta l’occasione per Vlahovic di mettersi in mostra, contro una squadra che apprezza molto il suo profilo. In più, il serbo avrà forse l’occasione di incontrarsi con il suo più grande modello, Zlatan Ibrahimovic.

Sarà un incrocio di assoluto livello.