Calciomercato Milan, non solo Belotti: rispunta un vecchio obiettivo

Continua la caccia del Milan ad un nuovo centravanti per la prossima stagione. Non c’è solo il bomber granata nel mirino.

Andrea Belotti
Andrea Belotti (©Getty Images)

Si delinea il futuro dell’attacco del Milan. Come annunciato da più parti, Zlatan Ibrahimovic resterà ancora per un’altra stagione. Tutto pronto per il via libera al rinnovo dello svedese, che sarà il leader della squadra di Pioli almeno fino al giugno 2022.

Ma non basterà la permanenza del 40enne Ibrahimovic per mettere a posto la fase offensiva rossonera. Manca un’alternativa reale e giovane al campione svedese. Mario Mandzukic, 34enne con svariati problemi muscolari, non può rappresentare un’ipotesi seria. Così come adattare Leao o Rebic a fare la prima punta, ruolo non proprio nelle loro corde.

Ecco perché la priorità del Milan sul mercato sarà quella di reperire un vice-Ibra con caratteristiche ben precise. Il profilo che, secondo molti, più si adatterebbe a tale ruolo è quello di Andrea Belotti. Il capitano del Torino è in partenza e come scrive Tuttosport sarebbe nel mirino rossonero da tempo.

Molto dipenderà dalle richieste economiche del presidente granata Cairo. Ma di certo il Toro, vista la scadenza contrattuale ormai vicina del ‘Gallo’, non potrà sparare cifre astronomiche. Il Milan segue la vicenda, anche se non è l’unico club interessato.


Leggi anche:


Milan, torna di moda Milik: lascerà l’Olympique Marsiglia

Dalla Francia però, precisamente dall’emittente RMC Sport, arrivano notizie su un altro attaccante seguito seriamente dal Milan. I rossoneri non hanno dunque soltanto Belotti nella propria lente di ingrandimento per rinforzare il reparto.

Si tratta di un vecchio pallino: Arkadiusz Milik, centravanti polacco ex Napoli che da gennaio gioca all’Olympique Marsiglia. Il classe ’94 è tornato ad essere un calciatore vero, visto che nella prima parte di stagione era stato messo fuori rosa dal club azzurro.

Milik
Arkadiusz Milik (©Getty Images)

Un nome come detto molto noto dalle parti di Milanello. Infatti il profilo di Milik era stato accostato spesso ai rossoneri un anno fa, quando la permanenza di Zlatan Ibrahimovic era ancora in bilico durante il lockdown del 2020.

Quattro reti in nove incontri ufficiali con il Marsiglia dimostrano che il vizio del gol e della qualità offensiva non sono affatto spariti. Milik, nonostante sia in Francia da soli due mesi, è pronto a cambiare aria a fine campionato. La clausola rescissoria da 12 milioni gli consentirà di partire molto facilmente.

Il Milan lo ha messo nel mirino. Ma in Francia scrivono di interessi concreti anche per Juventus e Siviglia. I bianconeri lo avevano in pugno l’estate scorsa, ma l’addio di Maurizio Sarri dalla panchina bianconera ha fatto saltare il tutto. Chissà Milik cosa sceglierà stavolta per rilanciarsi definitivamente.