Maldini a colloquio con Theo Hernandez: cosa si sono detti

Ieri sarebbe andato in scena un dialogo tra Paolo Maldini ed il terzino Theo Hernandez, recentemente tra i più deludenti del Milan.

Theo Hernandez
Theo Hernandez (©Getty Images)

Uno dei calciatori maggiormente in difficoltà in casa Milan al momento è Theo Hernandez. Il terzino francese non sta vivendo il periodo più brillante della sua esperienza rossonera, anzi, è finito sul banco degli accusati per alcune recenti prove negative.

Sintesi del suo periodo no è sicuramente l’errore marchiano che ha consentito alla Sampdoria di passare in vantaggio a San Siro sabato scorso. Un passaggio sballato e senza convinzione che ha regalato a Fabio Quagliarella l’occasione di segnare un bel gol.

Theo è in calo. Un terzino che quando spinge fa sempre male agli avversari, ma che spesso cala a livello di concentrazione, in particolare in fase difensiva. Il numero 19 è un elemento centrale nel gioco di mister Stefano Pioli e dunque certe prestazioni sotto tono non sono ammissibili.


Leggi anche:


Maldini sprona Theo: “Non molliamo proprio ora”

Secondo quanto riportato da Tuttosport sarebbe intervenuto direttamente Paolo Maldini per verificare il momento delicato e le condizioni (più mentali che atletiche) di Theo Hernandez. Ieri sarebbe andato in scena un colloquio tra i due a Milanello.

In realtà Maldini di recente ha parlato vis à vis con diversi calciatori rossoneri, per capire in sintesi cosa non sta andando rispetto a diverse settimane fa. Quali sono i problemi individuali e di squadra, lavorando dunque sulla testa dei calciatori in calo.

Paolo Maldini Milan
Paolo Maldini (©Getty Images)

Maldini non ha di certo rimproverato Theo. Anzi, l’ex capitano del Milan ha confermato la propria stima assoluta per il terzino classe ’97, che è stato visionato e scelto dallo stesso dirigente durante l’estate 2019. Non a caso l’acquisto di Hernandez è considerato tra i migliori colpi in entrata degli ultimi anni.

Il direttore dell’area tecnica ha spronato il calciatore francese. Gli ha chiesto di non mollare proprio ora, nel momento topico della stagione e di lavorare con serenità senza rimuginare sui propri errori. Ma ovviamente la concentrazione e la motivazione dovrà restare alta.

Nessun discorso neanche sul futuro del giocatore, che resterà legatissimo al Milan anche per le prossime stagioni. A prescindere dalla qualificazione in Champions League, i rossoneri considereranno Theo come uno dei perni per il progetto presente e futuro.