Ibrahimovic espulso, quando ci sarà la decisione sulla squalifica

Zlatan Ibrahimovic attende il verdetto dopo l’espulsione rimediata in Parma-Milan. Ecco quando arriverà la sentenza del Giudice Sportivo

Zlatan Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic (Getty Images)

Se ne continua a parlare ancora a 48 di distanza dall’accaduto. L’espulsione di Ibrahimovic al 60′ di Parma-Milan è stata un vero e proprio giallo, un piccolo mistero che ruota tutto intorno a cosa abbia sentito l’arbitro Maresca, il quale non ha avuto dubbi nello sventolare il rosso allo svedese a palla lontana.

Dalle ricostruzioni fornite finora grazie alla presenza dei microfoni a bordo campo, conosciamo solo le ultime parole pronunciate da Ibra prima dell’espulsione (“Mi sembra strano”) non tali da giustificare il provvedimento arbitrale. Non sappiamo, tuttavia, se prima ci sia stato uno scambio di battute più pesante con il direttore di gara.

Malinteso o reali espressioni offensive ? Tutte le spiegazioni al mistero sono contenute nel referto che Maresca ha consegnato al Giudice Sportivo chiamato a decidere sulla squalifica da infliggere a Ibra.


Leggi anche


Ibrahimovic, quando si pronuncerà il Giudice Sportivo

L’atteso verdetto su Ibrahimovic è atteso per martedì 13 aprile in tarda mattinata o nel primo pomeriggio, nel consueto appuntamento settimanale con la comunicazione degli squalificati per il prossimo turno di Serie A. Se il caso dovesse rientrare nella fattispecie prevista  dall’articolo 36  del Codice di Giustizia Sportiva relativo alle “Altre condotte nei confronti degli ufficiali di gara”,  Ibrahimovic rischia almeno due giornate di squalifica con conseguente stop contro Genoa e Sassuolo.

Zlatan Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic (©Getty Images)

Il caso potrebbe essere simile a quello di Rebic espulso in Milan-Napoli per espressioni offensive all’arbitro Pasqua. Come per il croato, la dirigenza rossonera è già pronto per il ricorso con la speranza dello stesso epilogo avuto con Rebic per il quale è stata decurtata una giornata di squalifica. Tutte ipotesi, al momento, come il possibile ricorso alla prova tv da parte del Giudice Sportivo, il quale non potrebbe essere ammesso per un caso come quello accaduto al Tardini.

Finora, con il Milan, Ibrahimovic ha accumulato 8 giornate di squalifica nel biennio 2010-2012 in seguito alle espulsioni rimediate contro Bari e Fiorentina (2010-11) e Napoli (2011-12). In realtà il totale sarebbe 9. Anche dopo il rosso con il Bari per fallo di reazione, Ibra fu sanzionato con 3 giornate poi ridotte in seguito al ricorso. Quest’ultimo non è servito per permettere allo svedese di scendere in campo nel Derby Scudetto vinto con l’Inter 3-0, il 2 aprile 2011.