Napoli in Superlega, De Laurentiis smentisce contatti con JP Morgan

Arriva la smentita da parte di Aurelio De Laurentiis sulla possibilità che il Napoli rientri tra le squadre italiane a far parte della Super Lega 

Aurelio De Laurentiis
Aurelio De Laurentiis (©Getty Images)

Nelle scorse ore è circolata la voce che il Napoli di De Laurentiis sarebbe stato il quarto club italiano a far parte della Super Lega. Addirittura, era stato affermato che il patron azzurro fosse stato contattato telefonicamente, nella serata di ieri, da un collaboratore di JP Morgan. A riportarlo è stato il Corriere dello Sport nella sua edizione odierna.

La bomba è forse partita dalle parole Florentino Perez, che sempre nella tarda serata di ieri aveva affermato: “La meritocrazia non può esserci per 50 squadre, però ci sono club come Roma, Napoli e molti altri che hanno diritto di partecipare e studieremo la formula perché possano qualificarsi”.

Al contrario di quanto detto, da pochi minuti è arrivata la smentita dello stesso Aurelio De Laurentiis. Il Presidente del Napoli lo ha comunicato attraverso un tweet pieno di sarcasmo.


Leggi anche:


De Laurentiis: “JP chi?”

Aurelio De Laurentiis ha smentito la voce che accostava il suo club alla Super League attraverso un tweet sul suo canale ufficiale. Il patron azzurro lo ha fatto a suo modo, con un gran sarcasmo. “JP…chi è? Ieri notte dormivo”. Poche parole, ma molto chiare. De Laurentiis ha così smentito di esser stato contattato telefonicamente da qualsiasi figura legata al nuovo progetto della Super Lega. Rimangono quindi tre i club italiani (fondatori) a prender parte alla nuova competizione. Almeno per il momento!