Scelto il futuro di Leao: nessun dubbio del Milan

Rafael Leao non lascerà il Milan. Il club rossonero vuole puntare sull’attaccante portoghese, che non è ancora riuscito ad esprimere tutto il suo potenziale

Rafael Leao
Rafael Leao (©Getty Images)

Giù le mani da Rafael Leao. L’attaccante portoghese non si tocca: il Milan – come conferma l’edizione in edicola stamani de La Gazzetta dello Sport – non si priverà dell’ex Lille, sul quale si crede ancora molto.

Una riflessione su Leao, d’altronde, è stata fatta già a gennaio, quando Maldini e Massari hanno deciso di investire su una nuova prima punta, Mario Mandzukic, da affiancare a Zlatan Ibrahimovic. Contro il Genoa è arrivata solo la conferma di qualcosa che già a Milanello era molto chiara: Rafael Leao, al momento, fatica tantissimo a giocare da prima punta. Contro il Grifone è tornato a ricoprire quel ruolo per via dell’assenza di Ibra e per la mancanza dei 90 minuti nelle gambe di Mandzukic.


Leggi anche:


Il ruolo di Leao

Leao ha dimostrato di dare il meglio di se a partita in corso e giocando da esterno di sinistra o dietro la punta. I numeri sono comunque in miglioramento rispetto alla passata stagione, chiusa con sei gol e tre assist. Fino a questo momento le reti sono state sette, con cinque passaggi vincenti; bottino che chiaramente può ancora essere migliorato.

Il Milan, nonostante tutto, non ha alcuna intenzione di privarsi di Leao, in nessuna maniera, nemmeno con la formula del prestito.

E’ molto probabile che in questo finale di stagione rivedremo Leao più sull’esterno, anche perché Ibrahimovic è pronto a tornare in campo dal primo minuto contro il Sassuolo e Mario Mandzukic può finalmente dare una mano alla squadra, come fatto domenica con il Genoa.

sfida a Rebic

Leao sarà chiamato a giocarsi il posto con Ante Rebic. Il croato, come successo lo scorso anno, è sbocciato in Primavera: contro il Grifone ha raggiunto Leao a quota 7 ma i gol, fatta eccezione di quello alla Lazio, sono stati messi a segno tutti nel girone di ritorno. Anche l’ex Eintracht Francoforte ha trovato la sua dimensione perfetta nel ruolo di esterno sinistro atipico.