FIGC, varata la norma anti Superlega: l’annuncio di Gravina

Il Consiglio Federale ha deciso di contrastare la Superlega con una mossa concreta: l’inserimento di una norma che minaccia l’esclusione di alcuni club dal campionato.

Gabriele Gravina
Gabriele Gravina (©Getty Images)

Oggi riunione molto importante del Consiglio Federale per discutere della questione riguardante la Superlega e per confrontarsi sulla possibile introduzione di novità nel calcio italiano.

Secondo quanto riportato da Gazzetta.it, è stata varata una norma anti Superlega. È stato modificato l’articolo 16 delle Noif (Norme organizzative interne federali): “Ai fini della iscrizione al campionato la società si impegna a non partecipare a competizioni organizzate da associazioni private non riconosciute dalla FIFA, dalla UEFA e dalla FIGC. La partecipazione a queste competizioni organizzate da associazioni private non riconosciute comporta la decadenza della affiliazione“.

Gabriele Gravina, presidente della FIGC, si è così espresso dopo l’incontro di oggi del Consiglio Federale: «Chi ritiene di dover partecipare a competizione extra FIFA, UEFA e FIGC perde l’affiliazione e va fuori dal nostro campionato. Non abbiamo notizie su chi è uscito e chi no dalla Superlega, c’è una norma che adesso verrà inserita nelle licenze nazionali e poi sarà incardinata nel codice di giustizia sportiva. Se alla fine di giugno qualcuno dovesse partecipare a competizioni di natura privatistica, andrà fuori dal nostro campionato. Chi continua ad essere intransigente con la UEFA rischia durissime punizioni, anche l’esclusione dalle competizioni europee».