Milan, Champions vitale per Pioli: finale caldo per tutti

Stefano Pioli non è mai stato messo in discussione da Elliott ma senza Champions League tutto potrebbe cambiare. Il tecnico è chiamato a meritarsi la conferma in queste ultime cinque partite

Stefano Pioli
Stefano Pioli (©Getty Images)

Il crollo inaspettato ha messo in serio pericolo la qualificazione in Champions League. Il Milan, che aveva chiuso il girone di andata al primo posto, dopo il ko contro la Lazio, è scivolato al quinto. Il secondo piazzamento è solo lontano due lunghezze ma le prospettive, solo un paio di mesi fa, erano certamente altre.

Non ha senso fare bilanci adesso, si aspetterà il termine della stagione: si tireranno le somme per capire da dove ripartire. E’ evidente che senza Champions tante cose verrebbero messe in discussione, a partire da di Gigio Donnarumma. Il futuro del portiere è già oggi in dubbio e senza la qualificazione alla competizione europea più prestigiosa sarebbe praticamente impossibile una sua permanenza.

La qualificazione in Champions è fondamentale anche per la permanenza di Hakan Calhanoglu. Non se ne parla ormai più ma il rinnovo del turco è ancora sul tavolo della dirigenza rossonera e la distanza tra richiesta e offerta è rimasta invariata.

Conferma da conquistare

Non è mai stata in dubbio, invece, la conferma di Stefano Pioli. Il tecnico non è mai stato messo in discussione dalla proprietà ma – come riporta La Gazzetta dello Sport – la mancata qualificazione in Champions League potrebbe far cambiare tutto.

Pioli e il suo staff si giocano tutto in queste ultime partite: 5 finali, in cui tutto è in mano ancora del Milan. I rossoneri avranno un calendario complicato: si sfideranno squadre in lotta per la Champions come Juventus e Atalanta e squadre chiamate a salvarsi, come Benevento, Torino e Cagliari. La buona notizia è che i rossoneri, in caso di bottino pieno, non dovranno badare ai risultati delle avversarie.

Dalla prossima sfida, contro i campani allenati da Pippo Inzaghi, il Milan dovrebbe tornare a contare sul suo leader, Zlatan Ibrahimovic. Lo svedese, come raccontato nella giornata di ieri, si è allenato con il resto del gruppo ed è pronto a dare una mano in campo ai compagni e fuori a Stefano Pioli a centrare l’obiettivo.