Il parere del giornalista: “Milan, puoi fare meglio. Merita la Champions”

Le parole del cronista di Sky Sport Paolo Condò, che apprezza il cammino del Milan ma ne sottolinea i passi falsi.

Esultanza Milan
Il Milan festeggia un gol (©Getty Images)

Un successo per uscire dalle difficoltà dell’ultimo periodo. Il Milan ha battuto con un secco 2-0 il Benevento, non senza qualche titubanza. Ma ciò che conta è il risultato finale, in particolar modo i tre punti che agevolano la ripartenza.

Dopo i due stop consecutivi e letali con Sassuolo e Lazio, la squadra di Stefano Pioli ha ripreso il cammino verso la qualificazione alla prossima Champions League. Traguardo vitale e meritato, almeno secondo il parere del cronista Paolo Condò.

Interpellato ai microfoni di Sky Sport, il noto cronista sportivo ha dato il proprio giudizio sul campionato del Milan, ammettendo di vedere i rossoneri tra le prime quattro della classifica al termina di questa lunga ed estenuante stagione.


Leggi anche > Donnarumma in lacrime dopo lo sfogo dei tifosi


Queste le parole di Condò: “Il Milan sta andando troppo male per quello che mi riguarda. Può fare molto meglio di così, ha dimostrato di essere una squadra migliore rispetto alle ultime prestazioni. Ha dominato il campionato per 21 giornate, il processo di crescita va avanti ed è iniziato a giugno”.

Il traguardo però sarebbe meritato: “Il Milan per quello che ha fatto vedere merita di andare in Champions League. Mi spiace per il mercato di gennaio, evidentemente puntavano più in alto ma non sono stati agevolati da alcune operazioni”.

Il giornalista triestino dunque vota per l’approdo del Milan nella maggiore competizione europea per club. Un obiettivo assoluto della società rossonera, sia per una questione di ricavi finanziari, sia per il proprio prestigio sportivo.

Incredibile come il Milan, che nella sua storia ha vinto ben 7 volte la Champions, non partecipi a questo tipo di competizione dalla stagione 2013-2014. L’unica volte negli ultimi sette anni in cui ha sfiorato la qualificazione risale a due anni fa, quando con Gattuso in panchina il Milan chiuse al quinto posto.