Donnarumma: “Reina è un amico. Voglio diventare il migliore”

Torna a parlare Gigio Donnarumma. Le parole del portiere del Milan su Twitch, che ha risposto ad alcune domande di Justees

Donnarumma su Twitch
Donnarumma su Twitch

Gianluigi Donnarumma è intervenuto su Twitch, rispondendo ad alcune domande di Justees: “Chi ti ha influenzato di più nella tua vita? Mio zio giocava a calcio, era un portiere, sono cresciuto nel suo mito. La voglia di fare il portiere. Mi auguro di diventare il migliore. Allenatori? Tutti mi hanno insegnato qualcosa, oltre al campo mi hanno aiutato per la vita fuori”.

Tifosi – “Ti danno una spinta in più nei momenti di difficoltà, ma bisogna essere bravi a sopportare le critiche. Purtroppo adesso non li abbiamo al campo. Quando ci sono ti danno tanto, ti spingono ad ottenere il risultato”.

Partita più bella che hai guardato – “Penso il Mondiale del 2006, è stata la più emozionante”.

Rituale prima della partita – “In campo, penso si sia visto, tocco i due pali e la traversa e poi mi faccio il segno della croce”.

Svolta nella vita “Quando sono partito la prima volta per Milano. E’ stata dura, ho visto i miei genitori star male e ho capito che da lì doveva iniziar tutto, dovevo diventare un portiere di Serie A.

Piano B – “Non avevo un piano B, in caso avrei fatto il falegname con mio padre”.

Nazionale – “Ero sulla luna al mio debutto. E’ stata un’emozione incredibile, poi non ho preso sonno”.

Rapporti con gli avversari – “Sono amico di Lorenzo Insigne ma ho anche altri amici come Reina”.

Obiettivo – “Voglio vincere più trofei possibili ma soprattutto il Mondiale. Sarebbe davvero il massimo”.

L’importanza di Abbiati – “E’ stato importantissimo. Mi ha aiutato a crescere, mi ha fatto sentire importante. E’ stato fondamentale nella mia crescita. Vorrò anch’io aiutare i giovani”.

Europei – “Siamo un grande gruppo, possiamo fare bene. Sono davvero sereno. Sorpresa? La Francia è la squadra che può darci più fastidio, spero di arrivare fino alla fine”.