C’è delusione a Milanello: “Non è questione di testa”

Le ultime da Milanello: aria non positiva in casa rossonera dopo il pareggio di ieri contro il Cagliari che mette pressione per la Champions.

Milanello
Allenamento a Milanello (acmilan.com)

Niente pause o giornate di riposo. Il Milan ha ripreso immediatamente il lavoro presso il centro sportivo di Milanello, già nella giornata odierna. Va cancellata la deludente prova di ieri contro il Cagliari: all’orizzonte c’è la sfida decisiva con l’Atalanta.

Nonostante la voglia dichiarata di vincere a Bergamo e regalarsi una sudata qualificazione in Champions League, i rossoneri non vantano il miglior morale possibile. Anzi, gli inviati di Sky Sport hanno parlato poco fa di delusione assoluta che regna a Milanello quest’oggi.


Leggi anche > Milan, crolla il valore del brand


Morale sotto i tacchi e la consapevolezza di aver gettato alle ortiche una grande occasione. Questo lo stato d’animo della squadra di Stefano Pioli che oggi si è ritrovata al centro sportivo di Carnago per dare il via alla preparazione settimanale.

L’inviato e cronista Peppe Di Stefano ha analizzato da insider le motivazioni che hanno portato al deludente pareggio di ieri: “Oggi a Milanello la delusione è tanta. Perché ieri contro il Cagliari ha prevalso la paura tra i calciatori, il rischio di rovinare tutto. Non era una questione di testa o di mentalità”.

Dunque confermate le impressioni di San Siro: Milan-Cagliari è stata approcciata male dai rossoneri per paura di sbagliare, per la tensione mostrata prima e durante il match. Forse il sintomo di una squadra forte tecnicamente, ma non a livello emotivo.