Ufficiale, la FIGC passa ai fatti: norma anti-Superlega

Da oggi la Federcalcio italiana ha stabilito tra le proprie norme anche una disposizione per vietare la costituzione della Superlega.

Gabriele Gravina
Gabriele Gravina (©Getty Images)

Come era stato già paventato e proposto nelle scorse settimane, la FIGC si è mossa contro l’ipotesi Superlega. Il massimo organismo calcistico italiano ha deciso di mettere a punto una norma che vietasse la creazione o l’accesso a questa lega europea separatista.

Di oggi è l’ufficialità di tale norma. Dopo il Consiglio Federale tenutosi oggi, la Federazione ha emesso un comunicato che dichiara come la costituzione della Superlega sia ora bandita per club e società sportive italiane:

“In conseguenza di quanto già inserito nelle Licenze Nazionali nella scorsa riunione ad aprile, il Consiglio ha approvato la modifica dell’art.16 delle NOIF in materia di decadenza e revoca dell’affiliazione, prevedendo che lo stesso Consiglio Federale, su proposta del Presidente federale, deliberi la decadenza delle società professionistiche dall’affiliazione alla FIGC se: a) partecipano a competizioni organizzate da associazioni private non riconosciute dalla FIFA, dalla UEFA e dalla FIGC; b) disputano gare e tornei amichevoli senza l’autorizzazione della FIGC”.

In pratica la FIGC ed il presidente Gabriele Gravina hanno disposto che qualsiasi club calcistico, affiliato alla Federcalcio, venga automaticamente escluso da ogni competizione ufficiale nazionale in caso di partecipazione a competizioni non riconosciute. Proprio come la tanto discussa Superlega europea.