Oaktree come Elliott: controllerà l’Inter senza il rimborso

Secondo il portale americano Bloomberg la trattativa fra l’Inter e il fondo Oaktree procede spedita. Si parla di circa 300 milioni.

Steven Zhang Jindong
Zhang Jindong e Steven Zhang (©Getty Images)

Stando a quanto riporta Bloomberg, l’Oaktree Capital sarebbe in trattativa con Suning per l’ingresso nella società nerazzurra. Come scrive il portale americano, quello che è uno dei maggiori investitori nella distressed securities vorrebbe chiudere già in settimana. Il fondo statunitense andrebbe ad acquisire il circa il 30% (per la precisione il 31,05%), attualmente di proprietà del fondo LionRock Capital Ltd, e l’accordo si aggira intorno ai 275 milioni di euro. Il membro in quota di Lion Rock, Tom Pitts, presente tra l’altro nel consiglio d’amministrazione dell’Inter, potrebbe dare l’annuncio a seguito delle sue dimissioni.

Inter, Oaktree per risanare il bilancio

Steven Zhang
Steven Zhang (©Getty Images)

Secondo quanto afferma il portale, Oaktree agirebbe attraverso la figura di Federico Ghizzoni con Suning nel tentativo di risanare il bilancio e nel caso in cui la proprietà nerazzurra non riuscisse a ripagare il debito in tre anni, potrebbe anche assumere il controllo totale del club. Si tratta di un’operazione che ricorda molto quella con cui Elliott acquisì il Milan a seguito degli inadempimenti di Yonghong Li. In Europa i grandi club si stanno muovendo quasi tutti in questa direzione, con il Barcellona che chiude un accordo con Goldman Sachs per un prestito da 500 milioni, e il Real che sta portando avanti un’operazione identica.