Atalanta-Milan, da Bergamo: “Voglia di secondo posto, nessuno si scanserà”

Nonostante la delusione per la sconfitta con la Juventus sia tanta, da Bergamo assicurano che la Dea non regalerà nulla ai rossoneri. Anche a costo di aiutare la Vecchia Signora.

gasperini
Gasperini (Getty Images)

Si avvicina Atalanta-Milan. L’ultima gara della stagione è senza dubbio la più importante perché deciderà le sorti europee dei rossoneri. Sarebbe davvero un peccato sprecare quanto di buono fatto in questa stagione. Pioli e i suoi ragazzi si troveranno però di fronte uno dei peggiori avversari possibili. Un pareggio potrebbe non bastare. Per essere certi dell’Europa che conta al Gewiss serviranno i tre punti. 

 In casa Atalanta c’è ancora tanta amarezza per la delusione della finale con la Juventus e per come è maturata. L’episodio dubbio sul gol di Kulusevski e il rigore non concesso per il fallo su Pessina non sono affatto andati giù alla Dea. Domenica sera scenderà quindi in campo una squadra delusa per la seconda finale persa in tre anni. 

L’Eco di Bergamo parla già della gara contro i rossoneri e sottolinea come la tentazione di fare uno sgarbo alla Vecchia Signora sia tanta: “Perché certi atteggiamenti arroganti dei giocatori juventini spingerebbero il cuore a dire: ok, in Champions vada il Milan”. Allo stesso tempo specifica che la voglia dei nerazzurri di mantenere questo storico secondo posto in classifica è anche maggiore e che la squadra non si scanserà. 

Gasperini ha tutti i suoi uomini a disposizione, ad eccezione di Kovalenko, e dovrebbe pertanto schierare la miglior formazione. Dall’altra parte il Milan dovrà fare ancora a meno di Ibra, oltre che del giovane Gabbia. Conteranno però anche le motivazioni del Diavolo. A Bergamo servirà una prova di cuore per ottenere il successo.