Milan, Pioli: “Sono emozionato, meritavamo questo traguardo. Vittoria del gruppo”

Pioli
Stefano Pioli (©Getty Images)

Stefano Pioli al termine di Atalanta-Milan ha parlato ai microfoni di Sky Sport. Queste le prime parole del mister rossonero da Bergamo: «L’abbiamo raggiunta perché l’abbiamo meritata. Stasera prima della partita eravamo terzi, abbiamo fatto tutto il campionato ai vertici. Abbiamo buttato il match point domenica sera, ora siamo stati bravi. Sono emozionato e felice. Devo ringraziare il club perché ci hanno fatto lavorare in un modo spettacolare, i dirigenti, i miei collaboratori, non sono facile da gestire. Devo ringraziare i giocatori e i tifosi che ci hanno dimostrato ancora quanto vale il Milan, quanto siamo soddisfatti di averli fatti felici».

Su Kessie: «Credo che mai come questa sera sia giusto valorizzare il lavoro di un gruppo e di un collettivo. Il merito è soprattutto di chi ha giocato meno: Krunic, Dalot, Gabbia, Brahim Diaz che non hanno mai perso qualità e ritmo nel lavoro. Poi quelli che hanno giocato di più sono sotto i riflettori e Franck merita tutti i complimenti, ma è tutto il gruppo, la voglia di stare insieme, di non esaltarci e di non deprimerci».

Ancora sull crescita della squadra: «Sono orgoglioso della crescita mentale del gruppo. Siamo giovanissimi, Zlatan ha giocato solo 19 partite: se togli il campione a tutte le squadre, voglio vedere cosa riescono a fare. Ma è il club che ci ha aiutato e tutelato. Adesso dobbiamo godercelo… Ho pensato che avremmo avuto un’estate difficile al quinto posto… Ora c’è da valutare cosa si può fare e la società sarà pronta per fare le cose fatte bene, ma ora godiamocela».

Sulle difficoltà delle partite in casa: «Noi abbiamo fatto tanti uno contro uno nell’ultima parte di campo. In quello siamo sotto alla metà della media del campionato, quindi qualche giocata individuale ci è mancata e questo pesa sui risultati della squadra. Con i tifosi saremmo cresciuti molto, ora speriamo di averli l’anno prossimo».