Il Milan va in Champions League se… tutte le combinazioni

Atalanta-Milan, sfida decisiva per la qualificazione in Champions League dei rossoneri: tutte le combinazioni favorevoli all’ultima giornata di campionato 

Torino-Milan
Milan (©Getty Images)

Atalanta-Milan, passano dalla sfida di Bergamo le speranze di qualificazione dei rossoneri alla prossima edizione di Champions League in un’ultima giornata di campionato da brivido con tre contendenti in lizza per due posti.

Con l’Inter campione d’Italia e la stessa Atalanta già qualificata, il Milan è a pari punti con il Napoli e a +1 dalla Juventus. Dopo il deludente 0-0 con il Cagliari e l’occasione mancata di raggiungere l’obiettivo con una giornata di anticipo, i rossoneri sono ancora padroni del loro destino pur con tutte le difficoltà di giocarsi il tutto per tutto contro un avversario molto forte e temibile, peraltro, ancora in corsa per un importante obiettivo ovvero la conquista del secondo posto.

Posizione alla quale può ancora ambire anche il Milan. Per raggiungerla serve una vittoria, risultato che metterebbe al riparo i rossoneri da qualsiasi calcolo o combinazione di risultati per la qualificazione in Champions League che arriverebbe otto anni dopo quella raggiunta nell’annata 2012-13 grazie alla vittoria, sempre all’ultima giornata, contro il Siena già retrocesso.


Leggi anche 


Milan in Champions, tutte le combinazioni

Se la vittoria contro l’Atalanta renderebbe ininfluenti i risultati di Napoli e Juventus impegnate rispettivamente contro il Verona al Maradona e il Bologna al Dall’Ara, il Milan può accedere alla Champions anche in caso di pareggio e sconfitta. In questo caso però, tutto dipenderà da quanto accadrà sugli altri campi.

Dunque, ricapitolando, il Milan va in Champions League se …

  • Vince contro l’Atalanta 
  • Pareggia o Perde con l’Atalanta e la Juventus non vince a Bologna. In caso di arrivo a pari punti con i bianconeri, il Milan passerebbe in virtù degli scontri diretti. In questo caso l’eventuale sorpasso del Napoli con il pari o la sconfitta a Bergamo influirebbe solo sulla posizione di classifica dei rossoneri.
  • Perde con l’Atalanta, la Juventus vince (o pareggia) a Bologna e il Napoli perde con il Verona: in questo caso il Milan, con la vittoria della Juve, chiuderebbe quarto a pari punti con i partenopei con quest’ultimi in svantaggio negli scontri diretti (1-3 al San Paolo; 0-1 a San Siro). Se invece la Juve dovesse pareggiare con le concomitanti sconfitte di Milan e Napoli si arriverebbe con tre squadre a pari punti. La classifica avulsa premierebbe rossoneri e partenopei con la Juve quinta.
Juve-Milan
Milan (©Getty Images)

In conseguenza delle combinazioni sopra elencate, il Milan sarebbe fuori dalla Champions League se perde o pareggia con l’Atalanta e la Juventus vince a Bologna. In caso di sconfitta a Bergamo e concomitante vittoria di Ronaldo e compagni al Dall’Ara, il Milan può salvarsi solo con un ko del Napoli cui però basterebbe anche un pareggio per qualificarsi e lasciare i rossoneri al quinto posto.