Inter, da Eder nuovo attacco a Suning: “Del calcio se ne frega”

Eder, ex giocatore di Inter e Jiangsu, torna a criticare la proprietà cinese Suning. La famiglia Zhang è al centro di contestazioni adesso.

Eder
Eder (©Getty Images)

La gioia per la vittoria dello Scudetto è durata poco all’Inter. Infatti, la proprietà Suning ha fatto subito presente all’ambiente la necessità di ridurre i costi per sistemare il bilancio. Questo significa, inevitabilmente, un ridimensionamento in vista della prossima stagione.

Antonio Conte non ci sta, nella squadra serpeggia malumore e anche i tifosi sono arrabbiati. Non a caso oggi gli ultras nerazzurri hanno esposto due striscioni con scritte eloquenti nei confronti della famiglia Zhang, chiamata a prendersi le proprie responsabilità oppure a lasciare Milano. Difesa totale nei confronti di allenatore, staff e giocatori.

Eder sul suo profilo Twitter ha commentato la vicenda criticando nuovamente Suning. Lo aveva già fatto di recente, ricordando la sua negativa esperienza in Cina. Infatti, dopo l’addio all’Inter passò allo Jiangsu della famiglia Zhang e nel 2020 nonostante il campionato vinto è stata cessata l’attività sportiva della squadra e non sono stati pagati diversi mesi di stipendio.

Eder ha scritto: “Da tifoso non volevo che succedesse quello che è successo a noi. Dopo aver vinto hanno buttato all’aria un grande lavoro fatto. E adesso all’Inter buttano tutto all’aria. Perché devono rientrare nelle loro tasche 100 milioni. del calcio, dei dipendenti se ne fregano.  Pensa che sono otto mesi che non pagano gente che prendeva 800 euro al mese“.

L’attaccante italo-brasiliano vede del parallelismo tra quanto avvenuto allo Jiangsu e quanto sta accadendo all’Inter. Il comune denominatore è Suning, proprietà che i tifosi stanno contestando in queste ore.