Calhanoglu, futuro in bilico: no al Qatar e la Juve si defila

Sempre più nebuloso il futuro di Hakan Calhanoglu. Il turco ha visto saltare due opzioni per la prossima stagione.

Hakan Calhanoglu
Hakan Calhanoglu (©Getty Images)

Strano il destino dei calciatori che ‘rompono’ con il Milan. In questi giorni si fa un gran parlare delle difficoltà di Gianluigi Donnarumma, ormai ex portiere rossonero, nel trovare una squadra internazionale che gli garantisca ingaggio alto e titolarità.

Simile la situazione di Hakan Calhanoglu. Il fantasista turco è ancora lontano dall’accordo per il rinnovo con il Milan; secondo molte fonti il suo rapporto con i rossoneri è vicino al chiudersi definitivamente, ma anche il classe ’94 non ha ancora capito quale sarà il proprio futuro.

Tante le voci sul suo conto. La prima fu quella riguardante la maxi-offerta dell’Al-Duhail, club qatariota che aveva in rosa anche Mario Mandzukic. Come scrive la Gazzetta dello Sport, pare che Calhanoglu fosse molto attratto dall’idea di ricevere uno stipendio da 8 milioni netti a stagione. Ma nelle ultime ore c’è stato un dietrofront, per questioni più legate alla carriera sportiva, ed uno stop alla trattativa con il Qatar.

Calhanoglu ha sperato poi di rientrare nei desideri della Juventus. Nelle scorse settimane si è spesso parlato di come Andrea Pirlo avesse chiesto alla dirigenza l’ingaggio di un regista offensivo, un numero 10 che potesse innescare le punte. Chi meglio del turco a parametro zero?

Ma l’arrivo di Massimiliano Allegri al posto dell’ex milanista ha cancellato ogni possibilità, almeno per il momento. L’allenatore della Juve (ritornato dopo due anni) non starebbe affatto valutando l’ingaggio di Calhanoglu, mentre intende rinforzare altri reparti. Dunque l’ipotesi bianconera si allontana a passi spediti.


Leggi anche:


Calhanoglu fa dietrofront? Valuta il rinnovo con il Milan

Due possibili approdi futuri dunque sembrano ormai sfumati. Calhanoglu attende nuove proposte, che potrebbero arrivare dalla Premier League oppure dalla Bundesliga, campionato in cui ha lasciato ottimi ricordi. Ma al momento non si registra nulla di serio.

Non è da escludere che il turco torni a breve anche a considerare un rinnovo con il Milan. I rapporti tra la dirigenza ed il suo entourage sono piuttosto freddi, viste le alte richieste contrattuali. Ma Calha in fondo ambisce a restare e giocarsi la Champions League da protagonista con i rossoneri.

Il tutto si deciderà nei prossimi 7-10 giorni. Calhanoglu non vuole arrivare all’Europeo con le idee poco chiare sul proprio futuro. Il Milan farà un altro tentativo con l’agente Gordon Stipic, ma senza snaturare la propria idea e l’offerta iniziale di rinnovo.