Juventus, la strategia per Donnarumma: già pronto il contratto

Ecco come la Juventus sta agendo per avvicinarsi a Gianluigi Donnarumma, portiere ormai prossimo a lasciare il Milan.

Gianluigi Donnarumma
Gianluigi Donnarumma (©Getty Images)

E’ molto probabile che Gianluigi Donnarumma cominci l’Europeo con la maglia della Nazionale italiana senza sapere quale sarà la sua prossima squadra. Sembra un paradosso, ma il miglior portiere azzurro è ancora piuttosto indeciso sul da farsi.

L’addio al Milan è cosa certa, visto che il club lo ha già rimpiazzato col collega francese Mike Maignan. Ma resta il rebus relativo al futuro. I rumors italiani ed esteri parlano di tre club sulle sue tracce: Juventus, Barcellona e PSG. Ma nessuna di queste squadre si è ancora mossa concretamente.

Oggi però l’edizione di Tuttosport parla di una Juve che si starebbe muovendo sotto traccia, senza troppa fretta e preparando la strategia giusta per convincere Donnarumma. I bianconeri non sono in pole, ma vogliono sfruttare l’occasione di ingaggiare a costo zero uno dei migliori estremi difensori in circolazione.


Leggi anche:


Juventus su Donnarumma: tutto dipenderà da Szczesny

Come detto, la Juventus sta lavorando in silenzio, senza effettuare mosse azzardate o proclami di vario genere. E’ indubbio come alla società bianconera piaccia il profilo di Donnarumma, fin da quando il classe ’99 debuttò sorprendentemente da minorenne in Serie A.

Gigio è l’ideale sostituto di Buffon, una sorta di scelta di continuità per la porta. Ma attualmente la squadra di Massimiliano Allegri si sente coperta con la presenza di Wojcech Szczesny tra i pali. Un numero uno affidabile e sul quale il neo allenatore farà affidamento senza remore.

Solo in caso di addio del polacco, che potrebbe interessare la Roma e qualche club inglese, la Juventus avrebbe la strada spianata per ingaggiare DonnarummaTuttosport conferma anche i dettagli contrattuali: pronti 10 milioni netti a stagione per l’ex milanista, più i celebri e discussi 20 milioni di commissioni destinati a Mino Raiola.

Juve attenta e paziente, mentre Barça e PSG hanno diversi dubbi sulla natura dell’investimento. Sia dal punto di vista economico, sia per la concorrenza tra i pali. I catalani puntano ancora su Ter Stegen, i parigini hanno da poco rinnovato con Keylor Navas.