Calciomercato Milan, dietrofront Calhanoglu: solo conferme

Il Milan è pronto a riabbracciare Hakan Calhanoglu. Il turco non ha ancora dato una risposta ai rossoneri ma la firma ora è davvero più vicina

Hakan Calhanoglu e Stefano Pioli
Hakan Calhanoglu e Stefano Pioli ( © Getty Images)

E’ Hakan Calhanoglu il protagonista principale delle pagine dei quotidiani sportivi, dedicate al Milan. Il numero dieci turco, che venerdì con la sua Nazionale sfiderà l’Italia, per la prima partita degli Europei, non ha ancora deciso il suo futuro ma rispetto a qualche giorno fa si respira aria di fumata bianca.

Calhanoglu non ha ancora alzato la cornetta del telefono per dire sì all’offerta messa sul piatto da Paolo Maldini e Frederic Massara ma la sensazione è che presto lo farà. Il classe 1994 ha, infatti, deciso di rispedire al mittente l’offerta proveniente dal Qatar, che gli avrebbe garantito 32 milioni di euro per tre stagioni ma un calcio di certo non di primissimo livello. La possibilità di giocare la Champions League con una squadra e con dei compagni con cui si trova bene dovrebbero fare la differenza.

Niente Juve

La Juventus, poi, che sembrava sulle tracce di Calhanoglu, ora è molto defilata, anche perché l’arrivo di Massimiliano Allegri e l’addio di Fabio Paratici hanno cambiato le carte in tavola. L’unica vera offerta, oltre a quella proveniente dal Qatar, appare essere, dunque, quella del Milan. Difficile che Calhanoglu decida di prendersi il rischio di rifiutare i rossoneri, anche perché la distanza tra domanda e offerta non è poi così distante.

Il Milan ha messo sul piatto un contratto da quattro milioni di euro netti a stagione, più bonus, e il turco ne avrebbe voluti 5/5,5. La firma di Hakan Calhanoglu farebbe contento, soprattutto Stefano Pioli, che stravede per lui. Il classe 1994 è ritenuto una pedina fondamentale per il suo scacchiere ed è pronto a riabbracciarlo.

Le alternative, come Rodrigo De Paul, possono dunque attendere, anche perché la spesa da affrontare per avere un sostituto all’altezza non è certo bassa. Per l’argentino servirebbe un contratto da almeno 3,5 milioni di euro netti a stagione e bisognerebbe versare nelle casse dell’Udinese ben 35/40 milioni di euro. Cifra, questa, che con il rinnovo di Calhanoglu verrebbe usata per l’esterno d’attacco.

Nel frattempo, dalla Turchia arrivano nuove dichiarazioni di Calhanoglu, di un paio di giorni fa, in cui si diceva pronto ad ascoltare qualsiasi offerta, anche da parte del Galatasaray: “Sono aperto a tutto, non c’è niente di impossibile – afferma il dieci a Tv100 Spor – Se ricevo una buona offerta, perché no?”