Dzeko proposto al Milan: ipotesi complicata, c’è un ostacolo

Secondo quanto riporta Tuttosport, l’agente di Edin Dzeko avrebbe proposto il suo assistito ai rossoneri. Costi più alti di Giroud.

Dzeko Sanchez
Edin Dzeko (Getty)

Giorni importanti per quanto riguarda il mercato in entrata del Milan, soprattutto in chiave attaccante. I rossoneri, con tanti dubbi legati alla situazione di Zlatan Ibrahimovic, ha fretta di chiudere per Olivier Giroud. Tuttosport riferisce che i contatti con l’entourage dell’attaccante proseguono dopo la proposta milanista di due anni a 4 milioni di euro più bonus. Trovato l’accordo col calciatore bisognerà poi, in un secondo momento, convincere il Chelsea a lasciarlo andare. I Blues hanno infatti esercitato l’opzione del rinnovo qualche giorno fa.

L’attaccante francese è la prima scelta di Maldini per il reparto avanzato. Giroud rappresenta l’attaccante ideale secondo Pioli per sostituire Ibra, dal momento che lo svedese attualmente non dà garanzie di continuità per la prossima stagione.

L’alternativa: per Dzeko costi più alti

Tuttosport riferisce inoltre che nel frattempo si sta facendo largo una seconda ipotesi per il centravanti, ovvero quella di Edin Dzeko. Il quotidiano scrive che il bosniaco è stato proposto ai rossoneri dal suo agente: “Il procuratore Lucci lo ha proposto al Milan, ma rispetto a Giroud ha costi più alti a livello di ingaggio.


Leggi anche:


L’accordo con il francese sembra essere vicino, ma in caso di fumata nera il centravanti della Roma rappresenterebbe un’alternativa di tutto rispetto. Il 9 giallorosso, 35 anni compiuti a marzo, nell’ultima stagione ha realizzato 13 reti complessive, e garantisce inoltre un’ottima capacità di costruire il gioco offensivo e aiutare la squadra. L’intoppo che rende difficile l’operazione è soltanto uno: l’ingaggio. Dzeko alla Roma percepisce infatti uno stipendio di 7,5 milioni netti all’anno.