Morata, racconto shock: “Minacce di morte dopo la Polonia”

Le dichiarazioni shock dell’attaccante delle Furie Rosse alla radio spagnola Cope: “Ho passato nove ore senza dormire, vado dallo psicologo”

Morata
Morata (Getty Images)

Non sta passando un momento molto felice l’attaccante della Juventus e della Spagna, Alvaro Morata, nonostante il passaggio del turno da parte della sua Nazionale. Il centravanti ex Real ha infatti rivelato alla radio spagnola Cope la furia che si è scatenata contro di lui sui social: ” Ho passato nove ore senza dormire dopo il match con la Polonia. Ho ricevuto minacce e insulti alla famiglia: ‘speriamo che i tuoi figli muoiano’. Però sto bene – ha aggiunto poi Morata – qualche anno fa sarei stato molto peggio. Forse non sto facendo il mio lavoro come dovere, ma la gente dovrebbe mettersi al mio posto.


Leggi anche:


L’attaccante ha poi rivelato che per superare il momento si sta affidando allo psicologo della nazionale: “Ci aiuta molto, è utile avere una persona che ti ascolta quando ne hai bisogno. I miei compagni mi prendono in giro per questo, ma per fortuna posso parlarne con lui”. Morata tornerà in campo lunedì 28 giugno contro la Croazia, voglioso di rispondere sul campo a tutte le cattiverie ricevute.