Milan, non è in vendita: per Pioli è un jolly

Rade Krunic rappresenta un’incognita per la prossima stagione rossonera. Rimarrà o meno al Milan? Attualmente il bosniaco non è sul mercato, ma le cose potrebbero cambiare 

Rade Krunic
Rade Krunic (©Getty Images)

Il Milan è alle prese con il mercato estivo, essenziale per mettere a posto in ogni suo reparto la rosa di Stefano Pioli per la prossima stagione. Oltre a pensare ai possibili rinforzi, e quindi i colpi in entrata, Maldini e Massara stanno lavorando sulle ipotetiche cessioni. I nomi sul mercato sono ormai abbastanza risaputi. Andrea Conti, Mattia Caldara e Samu Castillejo rappresentano i principali esuberi di questo Milan.

Da valutare, invece, sono le posizioni in rosa di Jens Petter Hauge, Rafael Leao e Rade Krunic. La dirigenza rossonera è ampiamente indecisa sul futuro dei tre rossoneri. Sembrerebbe che nessuno di questi sia sul mercato, ma l’arrivo di un’offerta appetibile economicamente potrebbe modificare i piani del club.

A proposito del bosniaco, Krunic, calciomercato.com riferisce degli aggiornamenti sulla sua posizione al Milan. Lo scenario attorno al suo futuro non è chiarissimo, anche se il suo profilo è reputato molto prezioso da Stefano Pioli.


Leggi anche:


Milan, Krunic non è sul mercato ma non è un incedibile

I colleghi di calciomercato.com raccontano di come Rade Krunic non sia considerato dal Milan un calciatore in vendita. Il bosniaco, grazie alla sua ampia duttilità, è stato molto utile a Stefano Pioli durante la stagione. È stato acquistato come mediano dall’Empoli nel 2018, ma Rade si è dimostrato più prezioso sulla trequarti, giocando o da trequartista o da esterno sulla sinistra, ruolo che tra l’altro occupa in Nazionale.

Il suo essere jolly prezioso porta il Milan a considerare concretamente l’opzione di trattenerlo ancora per un’altra stagione. Anche se, al netto di qualche allettante offerta, Maldini e Massara potrebbero rivalutare la situazione. La medesima fonte sopracitata rivela che Krunic a gennaio è stato nel mirino di Parma, Torino e Genoa, ma proprio per la grande utilità, Stefano Pioli non ha aperto alla sua cessione, e al contrario ha approfittato della sua duttilità.

In questa finestra di mercato, invece, Krunic è stato proposto come contropartita all’Udinese per arrivare a Rodrigo De Paul – ormai vicino all’Atletico Madrid. È molto probabile che il bosniaco si ritrovi in ritiro con la squadra agli inizi di luglio; da lì partiranno le valutazioni della dirigenza e di mister Pioli e si deciderà come procedere in merito alla sua situazione. Nel frattempo, potrebbero arrivare importanti offerte da altre squadre.