Giroud al Milan, Sarri: “Professionista, non sbaglia mai una finale”

Sarri ha conosciuto e apprezzato Giroud quando era l’allenatore del Chelsea. Stima molto l’attaccante che il Milan ha ingaggiato.

Giroud Olivier
Olivier Giroud (©Getty Images)

Il Milan ha preso Olivier Giroud per rinforzare l’attacco. Per il ruolo di vice Ibrahimovic l’idea era di prendere un centravanti di esperienza internazionale.

Il francese corrisponde all’identikit e dopo settimane di trattative l’affare si è sbloccato. L’accordo tra il club rossonero e gli agenti c’è è stato trovato sulla base di un contratto biennale da 3,5 milioni di euro a stagione. Al Chelsea un milione di euro più un altro milione di bonus. Paolo Maldini e Frederic Massara sembravano intenzionati a prendere solo gratis il cartellino dell’ex Arsenal, poi hanno accettato di versare un indennizzo ai Blues.


Leggi anche:


Sarri elogia Giroud e racconta un retroscena

Maurizio Sarri ha allenato Giroud al Chelsea nella stagione 2018-2019, vincendo assieme a lui una Europa League in finale contro l’Arsenal.

Intervistato da Sportitalia, l’attuale allenatore della Lazio ha a inizio luglio aveva speso parole positive nei confronti dell’attaccante approdato al Milan: «È un grandissimo professionista, uno di quelli che nel momento del bisogno c’è sempre. Zola prima della finale di Europa League mi chiese che idee di formazione avessi. Io gli risposi che avrebbero giocato sicuramente Giroud e Pedro, gli altri nove li avrebbe potuti scegliere lui. Sono due giocatori che non hanno mai fallito una finale».

Il Chelsea sconfisse l’Arsenal per 4-1. I primi due gol furono segnati da Giroud e Pedro, due pupilli di Sarri. Il centravanti francese è stato accostato a più club italiani in questi anni, ma il trasferimento in Serie A non si è mai concretizzato. Il Milan è riuscito a portarlo in Italia e bisognerà vedere se avrà fatto bene a puntare su di lui.