Maignan: “Donnarumma ha dato un contributo, adesso inizia la mia storia”

Il Milan presenterà oggi in conferenza stampa il suo nuovo portiere Mike Maignan. Segui in diretta con noi tutte le dichiarazione del francese 

Mike Maignan
Mike Maignan (acmilan.com)

Giornata importante oggi per l’ambiente rossonero. Finalmente, il Milan presenterà in conferenza stampa il suo nuovo portiere titolare. Parliamo ovviamente di Mike Maignan, l’estremo difensore francese approdato in rossonero per prendere il posto di Gianluigi Donnarumma. Ci sono molte aspettative intorno al classe 1995, che è proprio chiamato a far dimenticare la delusione procurata dall’addio dell’ex numero 99 rossonero.


Leggi anche:


Maignan ha rappresentato il primo acquisto del Milan in questa finestra di mercato: è stato prelevato dal Lille, neo campione di Francia, per circa 15 milioni di euro. Un affare molto conveniente per i rossoneri, dato che l’effettivo valore di Mike si aggirava intorno ai 25-30 milioni di euro, ma grazie al contratto in scadenza il prezzo si è abbassato in maniera significativa. Maignan, che è stato impegnato con la nazionale transalpina agli Europei, è approdato a Milanello soltanto lunedì, e oggi è pronto per parlare alla stampa ed esprimere le sue prime sensazioni e motivazioni per la prossima stagione.

Segui con noi LIVE tutte le dichiarazione del portierone francese.

Le parole di Mike Maignan alla stampa

Se ha avvertito lo spirito di famiglia e di gruppo che Stefano Pioli e la squadra hanno costruito in questo anno e mezzo: Si ho sentito da subito questa bellissima atmosfera. Mi hanno accolto benissimo, e ho subito notato grande professionalità. Il Milan ha una grande storia e noi faremo di tutto per onorarla”.

Sulla frase di Papin che afferma che il Lille ha vinto la Ligue 1 grazie a lui: “Sono molto orgoglioso e riconoscente a Papin e lo ringrazio per le parole. Anche lui ha contribuito a fare la storia del Milan, ma ad ogni modo lo scudetto di Francia lo abbiamo vinto tutti insieme al Lille”.

Sul fatto di ereditare il posto da Gianluigi Donnarumma: Come ho già detto, anche Donnarumma ha dato un grande contributo al Milan, è un grande portiere e ha fatto la sua storia qui. Ma io punto ad iniziare la mia storia qui al Milan. Ho già parlato con Dida e sicuramente potrà aiutarmi moltissimo a progredire nel mio percorso”.

Sul suo punto forte: ”Il mio punto forte è l’aspetto mentale. Mi reputo molto forte di testa, per quanto riguarda l’aspetto fisico e atletico sono sempre qui per migliorare”.

Sulle differenza tra il calcio italiano e quello francese, domani andrà in scena Nizza-Milan: La preparazione per la partita di domani contro il Nizza è stata molto intensa. Ci sono tante differenze tra la scuola francese quella italiana, ma come detto io sono sempre per migliorarmi e adattarmi a qualsiasi situazione”.

Cosa ha provato quando è stato chiamato dal Milan: Quando sono stato contattato da Maldini e Massara ho sentito una grande soddisfazione. Mi ha fatto tanto piacere, e nonostante stessi terminando un’ottima stagione con il Lille ho subito detto di sì, ma sono anche rimasto concentrato per concludere al meglio la Ligue1”.

Quanto può aiutarlo il campionato di Serie A: “La Serie A è un campionato pieno di professionisti che lavorano molto bene, e io voglio fare del mio meglio per fare bene e adattarmi al campionato”.

Quanto è importante per lui poter avere dei compagni francesi (Giroud, Kalulu, Theo Hernandez) con cui parlare: “Si soprattutto all’inizio è molto importante avere dei connazionali con cui potersi capire facilmente, ma non voglio dimenticare che siamo in Italia e quindi voglio imparare la lingua e ambientarmi al 100%”.

Come hanno vissuto l’attesa dell’addio di Gianluigi Donnarumma al Milan: Ne abbiamo parlato ma bisognava aspettare. Lui ha fatto la sua storia qui al Milan e bisognava capire come poteva andare la trattativa con lui. Ma alla fine ho firmato il mio contratto ed oggi sono qua pronto a fare bene”.

Come può aiutarlo Dida a diventare uno dei migliori al mondo: Sono qui per migliorare in tutti gli aspetti e l’esperienza di Nelson Dida può sicuramente aiutarmi e lui stesso può capire dove devo migliorare”.

Sull’interesse della Roma: “Si è vero la Roma mi ha contattato ma io ero in trattativa col Milan e ho firmato per i rossoneri”.

Sull’obiettivo scudetto: Sarà la stagione a dire come andranno le cose. Ci vuole motivazione e impegno per fare bene di partita in partita. Noi siamo qui e giustamente lotteremo come tutte le altre”.

Sulle possibili somiglianze tra Pioli e Galtier (suo allenatore al Lille): “Per me è difficile fare un confronto, posso dire che sono entrambi grandi professionisti che danno molte motivazioni e fanno lavorare intensamente”.

– FINE CONFERENZA STAMPA –