Balotelli, i 3 gol più belli con il Milan: il “missile” al Bologna e non solo – Video

Mario Balotelli compie 31 anni. Nel giorno del suo compleanno, ripercorriamo la sua esperienza al Milan con tre stagioni in rossonero

Mario Balotelli
Mario Balotelli (Getty images)

Dodici agosto 2021, Mario Balotelli compie 31 anni. Una ricorrenza che l’attaccante festeggerà in Turchia dove è approdato nelle scorse settimane, ingaggiata dall’Adana Demispor, club della Super Lig, decima squadra in carriera per Super Mario, all’ennesima occasione per rilanciarsi.

Non era certo il Balotelli attuale quello approdato al Milan il 31 gennaio 2013. Con uno dei suoi soliti blitz in extremis, Galliani lo ingaggia per 20 milioni di euro dal Manchester City, club con il quale nella stagione precedente aveva vinto la Premier League con il suo mentore, Roberto Mancini in panchina. Una prima (mezza) stagione da protagonista per Super Mario che trascina i rossoneri all’agognato terzo posto che vale la qualificazione ai preliminari di Champions League con 12 gol in 13 partite, di cui uno, su rigore, nel match thrilling dell’ultima giornata a Siena, deciso da Mexes.

Champions League 2013-2014, l’ultima disputata dal Milan, che Balotelli contribuirà ulteriormente a raggiungere con un gol nel 3-0 rifilato al PSV Eindhoven nel match di ritorno. E’ l’apice di Super Mario in rossonero. Quell’annata non è delle migliori per il Milan che, a gennaio, sostituisce Allegri con Seedorf. All’eliminazione in CL con l’Atletico Madrid seguirà l’ottavo posto in campionato. Eppure Balotelli continua a segnare. Saranno 18 i gol in 41 presenze totali in quell’annata che proseguirà con il Mondiale 2014, al termine del quale il Milan lo cede al Liverpool.

Con i Reds, Balotelli resterà una sola stagione prima di tornare nuovamente al Milan, in prestito, richiamato da Mihajlovic nell’estate 2015. L’inizio è promettente. Una grande prestazione nel Derby con l’Inter perso 1-0 (gol di Guarin), una prodezza a Udine su punizione poi poco altro da segnalare se non il gol all’Alessandria nella semifinale di Coppa Italia.

A fine stagione, il Milan e Balotelli si separeranno definitivamente. L’attaccante giocherà con il Nizza, l’Olympique Marsiglia, il Brescia, il Monza prima dell’ingaggio con l’Adana. Un’ultima parte di carriera nella quale Balo ha confermato di essere lontano dai livelli di una decade fa quando anche al Milan è stato capace di autentiche prodezze.


Leggi anche 


Balotelli, i 3 gol più belli al Milan

Nel ripercorrere le tre stagioni di Balotelli al Milan, abbiamo scelto alcuni dei suoi gol più belli. Difficile non posizionare al primo posto, la prodezza che ha permesso al Milan di battere il Bologna, il 14 febbraio 2014, nel match che ha preceduto l’andata dell’ottavo di finale con l’Atletico Madrid, ultima partita disputata dai rossoneri in Champions. Una parabola meravigliosa dalla distanza che non lascia scampo a Curci. Come spesso è accaduto nella sua carriera, Balo non ha esultato, dedicando poi quel gol a fine partita all’allora fidanzata Fanny.

Punizioni e tiri dalla distanza, una specialità per Balotelli. Il 16 dicembre 2013, un altro gran gol contro il Livorno nel 2-2 in rimonta del Picchi deciso proprio da una punizione dell’attaccante all’incrocio. Un missile a effetto che Bardi può solo osservare insaccarsi all’incrocio dei pali. Una traiettoria imprendibile che Balo replica nel finale stavolta con un tiro in movimento che si infrange sulla traversa. Sarebbe stata tripletta. Proprio l’attaccante, infatti, aveva sbloccato il risultato prima della rimonta livornese firmata Siligardi-Paulinho.

Un altro magnifico gol su punizione, Balotelli lo segna in Udinese-Milan 2-3 del settembre 2015. Altra traiettoria imprendibile dai 25 metri che si insacca sotto l’incrocio della porta difesa da Karnezis. Quel gol di Balo fu l’inizio di un primo tempo dominato dal Milan di Mihajlovic in rete altre due volte con Zapata e Bonaventura. Nella ripresa, Duvan Zapata e Badu avviano la parziale rimonta friulana. Quello alla Dacia Arena fu l’unico gol in campionato per Balotelli dopo il suo ritorno al Milan dal Liverpool.