Adli, l’ex allenatore: “Un genietto sul campo e a scuola. È un numero 10”

Yacine Adli sembra vicino a vestire la maglia del Milan. Ha parlato di lui il suo primo allenatore al Villejuif. Tanti i retroscena interessanti sul calciatore francese 

Yacine Adli
Yacine Adli (©Getty Images)

Il Milan è intento a chiudere l’affare per portare Yacine Adli tra le sue fila. Il centrocampista potrebbe arrivare in rossonero già questa settimana. C’è molta attesa per conoscere colui che dovrebbe affiancare Tonali, Bennacer e Kessie nel ruolo di mediano. Qualche interessante dettaglio sulla sua personalità da ragazzo e calciatore l’ha svelata Moulay Chebab ai microfoni della Gazzetta dello Sport. 

Chebab è stato il primo allenatore di Yacine Adli nella squadra francese del Villejuif. L’allenatore ha descritto le peculiarità del classe 2000 mostrate alla sola età di 10 anni: “Già a 10 anni pensava diversamente, non era come gli altri bambini. Parliamo di un ‘genietto’, vede spazi che altri non vedono, mentre a scuola aveva la media dell’8. Andava bene in ogni materia. Ha studiato pianoforte al conservatorio. Dico sempre che questo l’ha aiutato anche nel pallone. In più, oltre alle partite con l’US Villejuif, vinceva tutte le gare di corsa”.


Leggi anche:


Adli ha anche fondato un’associazione che porta il suo nome; un grande gesto per aiutare le persone più bisognose e in difficoltà. Lo ha definito così Moulay Chebab: “Umanitario, educativo, ecologico, sportivo, culturale, amministrativo. A giugno ha distribuito del cibo ai senzatetto, negli anni ha sempre sostenuto chi ne aveva più bisogno. Yacine ha un cuore enorme, ama la sua città e non l’ha mai lasciata sola”.

Riguardo al ruolo che Yacine può ricoprire sul campo, Chebab non ha dubbi, è un fantasista: “Per me è un numero 10, ha un’ottima visione di gioco e un gran dribbling. Il suo biglietto da visita. Anche se da ragazzino in difesa ha giocato le sue partite migliori. Lì ho capito che avrebbe fatto il professionista. Sacrificio, disponibilità, attitudine. Insuperabile anche da centrale”.

Infine, sulla possibilità di approdare al Milan l’allenatore francese ha detto: “Se si mette in testa un obiettivo lo raggiunge, il Milan sarebbe l’occasione giusta per crescere. Un bel colpo per Pioli, Yacine può far comodo a chiunque”.