Sampdoria-Milan 0-1, le pagelle: Krunic-Tonali, che risposta! Maignan sicuro, Diaz decisivo

Le pagelle di Sampdoria-Milan: Krunic e Tonali benissimo in mezzo al campo, buona la prima per i nuovi

Sampdoria Milan
Sampdoria-Milan (©Getty Images)

Inizia col piede giusto il campionato del Milan che porta a casa tre punti dalla trasferta di Genova contro la Sampdoria. Basta la rete di Brahim Diaz ne primo tempo a regalare il successo alla squadra rossonera. Che risponde così alle altre big che hanno vinto nel week-end. Un buon modo per iniziare il nuovo anno. A sorpresa, Rade Krunic fra i migliori in campo per corsa e intensità in mezzo al campo. Positivi gli esordi di Maignan e Giroud, nel finale entra anche Florenzi nel ruolo di terzino destro in una difesa a cinque (schierata per contrastare il forcing avversario). Da rivedere invece la prestazione di Leao.


Leggi anche:


Le pagelle di Sampdoria-Milan

Maignan 6,5 – Sicurezza e personalità. Buona la prima per il nuovo portiere rossonero, autore anche di qualche parata difficile come quella sulla punizione di Gabbiadini nel primo tempo.

Calabria 6,5 – Si propone con continuità lì a destra. In una di queste occasioni realizza l’assist per Brahim Diaz (dall’87’ Romagnoli sv).

Kjaer 7 – Solita partita d’ordine e di leadership per il danese che rende la vita molto difficile a Quagliarella.

Tomori 7 – Come il compagno di reparto: pochi errori, tanta attenzione. Bene soprattutto nel finale nella gestione del forcing avversario.

Theo Hernandez 6 – Solita grande corsa e spinta ma non sempre lucido nelle giocate in zona offensivo.

Tonali 7 – Buon lavoro da schermo davanti alla difesa e in impostazione. Intervento miracoloso a pochi minuti dalla fine su una palla persa da Bennacer. In generale, una delle migliori prestazioni da quando veste rossonero.

Krunic 7,5 – Fa lui il lavoro di Kessie: si abbassa in mezzo ai centrali per impostare e copre bene la sua zona di campo. Corre per due, dà equilibrio e recupera tanti palloni: una bella risposta alle tante critiche.

Saelemaekers 6 – Nel primo tempo gioca dentro al campo ed è autore di buone giocate sul piano tecnico. Cala nella ripresa e Pioli lo richiama in panchina (dall’80’ Florenzi sv).

Brahim Diaz 6,5 – Mentre tutti parlano della necessità di un altro trequartista, lui gioca titolare, con la 10, e decide il match con un bel tiro piazzato (dal 69′ Bennacer sv).

Leao 5 – Il suo ritmo compassato non aiuta la manovra del Milan. Nel primo tempo sciupa un’occasione e ritarda l’assist a Theo Hernandez che si era creato una prateria (dal 69′ Rebic sv)

Giroud 6 – La sua prima ufficiale col Milan dà indicazioni chiare su chi è e cosa può dare: non sarà un bomber, ma lavora tantissimo per la squadra ed è un catalizzatore di palle alte e non solo.