Scaroni: “Vogliamo gli stadi aperti al 100%. Nuovo San Siro? Mi sento tranquillo”

Le parole del presidente rossonero Paolo Scaroni sulla questione stadio, sia a Milano che nel resto delle città italiane.

Paolo Scaroni
Paolo Scaroni (©Getty Images)

Quest’oggi l’edizione pomeridiana del TG3 nazionale ha interpellato Paolo Scaroni, ovvero il presidente del Milan, sulla questione degli stadi di proprietà nel calcio. Il noto manager italiano è da anni il numero uno del club rossonero, con il compito specifico di rappresentare il Milan e gestire la realizzazione della nuova infrastruttura sportiva.

Scaroni è partito parlando della riapertura parziale degli stadi dopo la pandemia: “La riapertura degli stadi è molto importante. Lo dico dopo aver visto Milan-Cagliari, con San Siro finalmente pieno. Il calcio è solo con il pubblico, senza si gioca sempre ma è molto brutto. Domenica è stato emozionante, tutta un’altra atmosfera. C’è poi l’impatto economico, perché i conti delle squadre di Serie A traballano un po’ tutti”.

Il presidente rossonero mette al centro alcune tematiche scottanti: “Certamente con gli stadi aperti si porranno due temi: li vogliamo al 100% e non al 50%, in Inghilterra o all’estero erano già pieni di gente, come a Klagenfurt, dove ho visto Milan-Real, lì hanno affrontato la pandemia con più coraggio. Poi abbiamo bisogno di infrastrutture più moderne, in Italia dobbiamo fare ciò che in Europa hanno fatto 10-15 anni fa con stadi moderni e funzionali. Il Milan è prontissimo, l’amministrazione comunale e il sindaco Sala mi hanno dato rassicurazioni, il progetto va bene. L’opposizione è favorevole al nuovo stadio a San Siro. Mi sento tranquillo, le cose avverranno in tempi brevi”.