Italia Under 21, l’Italia vince 1-0: segna Colombo, bene Tonali

Gran gol di Lorenzo Colombo nella gara dell’Italia Under 21 contro il Montenegro. L’attaccante di proprietà del Milan ha segnato l’1-0 decisivo 

Colombo e Tonali
Colombo e Tonali (©Getty Images)

Una gran partita quella giocata dagli Azzurrini di Nicolato contro il Montenegro. L’Italia Under 21 è scesa in campo allo Stadio Romeo Menti di Vicenza per giocare la seconda gara delle qualificazioni agli Europei 2023. Ebbene, è arrivata la seconda vittoria consecutiva per i giovani azzurri che hanno battuto gli avversari per 1-0.

Un successo di misura, anche se l’Italia ha davvero creato tante occasioni da gol durante la gara. Protagonista assoluto Lorenzo Colombo, il giovane cresciuto nelle giovanili del Milan e che adesso si trova in prestito alla SPAL. Il classe 2002 ha creato diverse occasioni da gol, provando a metterla in rete ben due volte (9’ minuto e 42’ minuto) prima di trovare il decisivo gol dell’1-0.

Al 52’, il giovane Lollo ha segnato un gol molto bello dal punto di vista tecnico: cross di Bellanova, grande stop spalle alla porta e girata vincente con il mancino. L’Italia Under 21, grazie a questa vittoria, si trova adesso a punteggio pieno nel Girone F. Non comanda però la classifica, dato che al primo posto si trova la Svezia con 7 punti, che ha giocato una gara in più.

Lorenzo Colombo continua la sua ascesa verso la piena maturazione. È un piacere vederlo giocare e segnare. Il Milan lo aspetta carico e pronto la prossima stagione, quando farà ritorno dal prestito alla SPAL.


Leggi anche:


Tonali, grande prestazione con la fascia di capitano al braccio

Degna di menzione è anche la prestazione di Sandro Tonali. Anche lui impiegato da titolare nella gara contro il Montenegro da Nicolato, ha messo in campo grinta, carattere e belle giocate. Il centrocampista rossonero ha giocato l’intera partita da capitano con la fascia al braccio dimostrando ancora una volta che la crescita definitiva è ormai vicina.

Chissà che di qui alla prossima stagione non possa finalmente arrivare per lui la chiamata in Nazionale Maggiore.