Milan-Lazio, Pioli sceglie l’attacco: Ibrahimovic può farcela

Le scelte in fase offensiva del Milan in vista del ritorno in campo contro la Lazio del prossimo 12 settembre.

Ibrahimovic e Pioli
Ibrahimovic e Pioli (foto acmilan)

C’è grande attesa e fermento per il ritorno in campo della Serie A dopo la sosta per le nazionali. Il Milan in particolare vuole confermarsi dopo l’ottimo avvio, con tanto di punteggio pieno e le meritate vittorie sul campo della Sampdoria prima ed in casa con il Cagliari poi.

L’avversario della terza giornata, prevista per domenica 12 settembre, sarà la Lazio. Una sorta di scontro diretto per l’alta classifica, visto che anche la formazione di Maurizio Sarri è a quota 6 punti in due gare disputate. Stefano Pioli intanto sta valutando quali scelte apporre per presentarsi al meglio all’incontro di San Siro.

Come scrive oggi Tuttosport, è l’attacco il reparto con maggiori dubbi. Ma Pioli li starebbe sciogliendo in queste ore, visto anche il recupero quasi certo di Zlatan Ibrahimovic. Il leader offensivo del Milan non sarà ovviamente al top, ma di certo potrà giocare uno spezzone di gara.


Leggi anche:


Rebic titolare, ma occhio alla variante Giroud

Nel 4-2-3-1 di partenza che presumibilmente Pioli sceglierà contro la Lazio, l’attacco del Milan dovrebbe non vedere inizialmente Ibrahimovic tra i titolari. Lo svedese come detto è ormai recuperato, ma nel piano del suo reintegro completo c’è l’idea di uno spezzone di gara in corsa già domenica sera.

Se la linea della trequarti dovrebbe essere confermata, con il trio Saelemaekers, Brahim Diaz e Leao alle spalle dell’unica punta, nel ruolo di centravanti dovrebbe rivedersi Ante Rebic. Il croato ha già giocato spesso in passato in questa posizione e dovrebbe alternarsi con Ibra come terminale offensivo rossonero.

Occhio però alla variante Olivier Giroud. Al momento il francese è positivo al Covid-19 e non sarà dunque disponibile per la sfida di domenica, ma se dovesse tornare negativo al test del tampone potrebbe recuperare in extremis e dunque riprendersi il posto da centravanti titolare, come accaduto nelle prime due giornate di campionato.

Difficile infine vedere Pietro Pellegri in campo, a meno di situazioni di emergenza. Il classe 2001, escluso dalla lista per la Champions League, non è ancora in condizione vista la lunga inattività ai tempi del Monaco. Ci vorrà ancora qualche giorno per recuperarlo atleticamente.