Calciomercato Milan, può finire in Turchia | Oggi giorno decisivo

Dopo il mercato in Russia, si sta per chiudere anche quello in Turchia. Un esubero del Milan potrebbe ancora finire a Istanbul nelle prossime ore.

Romagnoli Conti Andrea
Alessio Romagnoli e Andrea Conti (©Getty Images)

È sfumata la cessione di Samuel Castillejo al CSKA Mosca. Ieri si chiudeva il calciomercato in Russia e il Milan non ha trovato l’accordo per il trasferimento del giocatore.

L’esterno offensivo spagnolo rimane a Milanello, in attesa di un’eventuale cessione a gennaio 2022. Rimane aperta ancora una finestra di mercato utile per piazzare esuberi. Si tratta di quella della Turchia, che termina proprio oggi.


Leggi anche:


Mercato Milan, Conti oggi al Fenerbahce?

Un esubero che il Milan venderebbe volentieri è Andrea Conti, il cui contratto scade a giugno 2022. Oggi il Corriere dello Sport accosta il terzino rossonero al Fenerbahce, sottolineando che per un eventuale trasferimento rimangono poche ormai ormai.

Non si tratta di un’operazione semplice, considerando che si può fare solamente a titolo definitivo a causa della situazione contrattuale del giocatore. Inoltre, il Milan deve incassare circa 5 milioni di euro per evitare una minusvalenza a bilancio. Il Fenerbahce vorrà fare un simile investimento? E, nel caso, Conti accetterà di andare a giocare in Turchia?

Anche l’ingaggio da circa 2 milioni netti a stagione che oggi percepisce l’ex Atalanta potrebbe essere un problema. Insomma, sorprenderebbe non poco se l’affare si dovesse concretizzare. Ovviamente in casa Milan si spera che il Fenerbahce si faccia avanti con decisione, convincendo Conti a trasferirsi in Turchia.

Nel corso dell’estate non è stata trovata alcuna sistemazione al calciatore. Non sono mancati i sondaggi, però non si è sviluppato nulla di concreto. Difficile che un trasferimento avvenga oggi, ma è l’ultima speranza del club rossonero per liberarsi di un elemento ormai completamente fuori dal progetto.

Al Fenerbahce serve un terzino destro e Conti in Super Lig avrebbe la possibilità di rilanciarsi. Certamente la sua priorità era quella di rimanere in Italia, ma in Serie A il mercato si è chiuso a fine agosto e ora l’ex Atalanta rischia di rimanere a guardare fino a gennaio 2022. Meglio rimettersi in gioco a Istanbul che passare le partite in panchina o in tribuna a Milano. Vedremo se succederà qualcosa oggi.