Ibrahimovic contro il Liverpool: lo svedese a caccia di un record personale

Zlatan Ibrahimovic scalpita per tornare in campo ad aiutare la squadra. Se venisse impiegato in Champions contro il Liverpool potrebbe mettere a segno un importante traguardo 

Zlatan Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic (©Getty Images)

Manca ormai pochissimo per il ritorno in campo di Zlatan Ibrahimovic. L’attaccante svedese è fuori dai giochi da ben quattro mesi, causa un infortunio al ginocchio dal quale ha recuperato soltanto settimana scorsa. Il programma di risoluzione dal problema fisico Ibra lo ha messo in atto già a luglio, quando i rossoneri si sono ritrovati a Milanello per iniziare la preparazione al nuovo campionato.

Ibrahimovic ha bruciato le tappe come è suo solito fare, e la previsione del suo ritorno in campo dopo la sosta per le Nazionali è stata azzeccata. Lo svedese puntava a rientrare per la prima di campionato, ma lo staff del Milan ha voluto mantenere una certa cautela per assicurargli una condizione ottimale. Quindi, Zlatan, domenica pomeriggio contro la Lazio, farà il suo esordio in campo nella nuova stagione.

Un impiego quasi certo da parte del tecnico Stefano Pioli, che con Olivier Giroud fuori dai giochi per positività al Covid, dovrà alternare Ibra e Rebic in attacco. Ancora non è certo se il tecnico parmense schiererà Zlatan dal primo minuti o gli concederà una trentina di minuti nel secondo tempo. Ciò che è certo è che la gara contro la Lazio sarà indispensabile ad Ibra per riprendere minutaggio e padronanza con il campo da gioco.

Mercoledì ci sarà il debutto del Milan in Champions League dopo ben sette anni e Ibrahimovic è chiamato al raggiungimento di un importante traguardo.


Leggi anche:


Ibrahimovic, contro il Liverpool a caccia del 50° gol in Champions

Come sottolineato dalla Gazzetta dello Sport nella sua edizione odierna, Zlatan Ibrahimovic, mercoledì sera contro il Liverpool ad Anfield, potrebbe raggiungere un gran traguardo. Se dovesse andare in gol contro i Reds metterebbe a segno la sua 50° rete nella competizione della Champion League. Un obiettivo che per lui significherebbe tantissimo.

A quasi 40 anni non è così semplice per un giocatore essere decisivo in un torneo prestigioso come quello della Champions League. E raggiungere quota 50 gol potrebbe essere il modo più giusto per mettere la ciliegina sulla torta ad una carriera pazzesca e piena di successi.