Nuovo stadio: la posizione di Europa Verde

Il partito ambientalista esprime un parere contrario al nuovo stadio proponendo la ristrutturazione di San Siro e la riqualificazione delle sue aree verdi.

San Siro
San Siro (©Getty Images)

Mancano ormai poche settimane alle elezioni comunali di Milano e c’è grande attesa per scoprire chi sarà a prendere il posto di Beppe Sala a Palazzo Marino, sempre ammesso che il sindaco uscente non venga confermato. In campagna elettorale uno dei temi più sentiti in questo momento è proprio quello legato al nuovo stadio della città. Su questo punto i candidati del partito ambientalista Europa Verde, intervistati a Libero, hanno affermato: “E’ insostenibile nel complesso e non convince”. Si tratta di una posizione molto più netta rispetto a quella che aveva preso il sindaco Sala, secondo il quale sul progetto non si può più tornare indietro.


Leggi anche:


Europa Verde punta sulla ristrutturazione

Il partito punterebbe quindi sulla ristrutturazione dell’impianto di San Siro, che ha detto di Elena Grandi e Carlo Monguzzi “oltre a essere storico e ancora affascinante, si presta a una radicale ristrutturazione che sia funzionale anche all’ospitalità di eventi futuri, non solo sportivi, e a nuovi servizi, anche per lo sport diffuso”. L’opinione dei verdi è che per ‘rifare’ San Siro non ci sarebbe bisogno di nuovo cemente ma solo di rendere più verde e ospitale la zona con la trasformazione delle attuali aree verdi in grandi parchi urbani.