Errori di Cakir, Marelli: “Turchi non pronti per il VAR”

Non passa la rabbia per la partita di ieri. Nei pensieri dei tifosi ancora gli episodi arbitrali. Luca Marelli commenta la prestazione dell’arbitro turco, Cakir

Cakir
Cakir (© Getty Images)

Brucia ancora tantissimo la sconfitta di ieri sera contro l’Atletico Madrid. I tifosi, così come la squadra e mister Pioli, avrà dormito poco: una partita che senza l’ingenuità di Franck Kessie e la direzione arbitrale di Cakir sarebbe andata certamente in un altro modo.

Il Milan aveva dato prova di essere padrone del campo. L’espulsione dell’ivoriano ha chiaramente cambiato tutto. Nel mirino dei tifosi è finito, però, soprattutto il fischietto turco.


Leggi anche:


L’analisi di Marelli

Luca Marelli, intervenuto a Tutti Convocati, ha così commentato la prestazione dell’arbitro: “Il rigore è un errore del Var e di Cakir: dalla sua posizione può aver intuito, ma un rigore a quel punto della partita non si decide su un’intuizione. Il tocco di Lemar è uguale a quello di Kalulu, ed è evidente il movimento precedente di Lemar col polso sinistro verso il pallone”

Var turca non pronta – “Cakir negli anni precedenti è sempre stato coadiuvato al Var da arbitri non turchi perché hanno iniziato più tardi di noi ed erano indietro. E’ la prima volta che c’è un arbitro turco al Var, nominato 2 anni fa, forse non sono ancora pronti”

Espulsione Kessie – “In ambito europeo la questione dello step on foot è molto calcata negli ultimi 3 anni: deve essere sempre punito col giallo, quindi più che un errore di Cakir è una sciocchezza di Kessie”.