Condò esalta il Milan: “Questa è voglia di vincere ma sono perplesso”

Il noto giornalista, Paolo Condò, celebra il Milan, che ieri ha vinto contro l’Atalanta. Il punto interrogativo è sulla scelta di puntare su un attacco anziano

Atalanta-Milan
Atalanta-Milan (© Getty Images)

Paolo Condò sulle colonne di La Repubblica, ha fatto il punto sul campionato dopo la settima giornata di Serie A. Il noto giornalista si è chiaramente soffermato sul Milan, puntando la lente di ingrandimento sulla squadra di Stefano Pioli, che ieri ha battuto meritatamente l’Atalanta: “Gasperini ha cominciato a perdere lo scontro diretto col Milan dopo soli 28 secondi, quando la fulminea verticale Hernandez-Calabria ha bucato la sua difesa come un palloncino. Ne è nata un’altra partita splendida e infinita, che il Milan ha interpretato con la stessa, proverbiale intensità dei rivali, e pure questa è voglia di vincere (lo scudetto).


Leggi anche:


Milan superiore – “Il Milan al momento ha qualcosa di più – prosegue Condò -. Non solo Maignan è un ottimo rimpiazzo di Donnarumma, ma Pioli sta facendo emergere alcuni giocatori clamorosamente migliorati rispetto a pochi mesi fa: Tonali, Diaz e Leao sono i più evidenti, ma è salito di livello pure Rebic, prezioso fin qui per ammortizzare l’unica scelta sulla quale restiamo perplessi, il doppio centravanti anziano”.