Caso Donnarumma, Thuram: “La gente dimentica troppo in fretta”

L’ex difensore di Parma e Juventus Lilian Thuram ha detto la sua con una certa severità sui fischi a Donnarumma di ieri.

Lilian Thuram
Lilian Thuram (Getty Images)

Piovono ancora pareri sulla questione sollevata ieri sera a San Siro, dopo i numerosi fischi a Gianluigi Donnarumma durante Italia-Spagna. Il portiere ex Milan è stato subissato dalle contestazioni, giunte in particolare dai tifosi rossoneri presenti allo stadio.

In molti hanno condannato il gesto, paragonandolo persino a questioni ben più forti e delicate. E’ parzialmente d’accordo Lilian Thuram, ex difensore francese che ha molto a cuore i temi anti-razzisti nel calcio: “Impossibile paragonare i fischi a Donnarumma ai buu razzisti, sono due cose ben diverse”.

Interpellato da Tuttomercatoweb.com, Thuram ha però inviato delle frecciatine ai tifosi del Milan che stanno continuando a contestare Donnarumma: “Io non capisco come la gente possa dimenticare così in fretta: Donnarumma ha fatto bene, ha giocato tanti anni al Milan, mi sembra strano che la gente dimentichi subito. E soprattutto giocava per la Nazionale. L’addio? È il tuo mestiere, sono scelte di vita. La gente pensa che è sempre colpa del calciatore ma non è sempre così”.

Thuram, che in carriera è stato un difensore eccellente, non è difatti mai stato una ‘bandiera’. Da calciatore ha cambiato 4 maglie diverse, lasciando il suo Monaco per il Parma, passando poi alla Juventus fino al trasferimento al Barcellona.