Milan, Pioli ritrova la squadra: le ultime su Ibra e Giroud

Il Milan dopo tre giorni di libertà torna ad allenarsi a Milanello. Lo farà chiaramente, agli ordini di Stefano Pioli, senza i Nazionali. La speranza è di avere buone notizie relative a Giroud e Ibrahimovic

Stefano Pioli
Stefano Pioli (© Getty Images)

C’è attesa per conoscere chi nel pomeriggio tornerà ad allenarsi con il gruppo. Occhi puntati chiaramente sui due centravanti, Zlatan Ibrahimovic e Olivier Giroud. Il Milan, che non avrà chiaramente i Nazionali, spera di riabbracciarli, una volta per tutte, così da poter finalmente riportare Ante Rebic sulla fascia sinistra ad alternarsi con Rafael Leao, come da programma iniziale.

I due calciatori hanno lavorato duro anche durante i tre giorni liberi, concessi da Stefano Pioli. Le sensazioni sono positive per entrambi. Il francese ha praticamente smaltito il guaio alla schiena e tra oggi e domani potrebbe riunirsi al gruppo.

L’obiettivo è chiaramente quello di riaverlo dal primo minuto dal primo minuto già contro il Verona fra 8 giorni. Discorso un po’ diverso per Ibrahimovic, che sta decisamente meglio. L’obiettivo dello svedese è esserci già sabato, magari per mettere minuti nelle gambe, per poi prendersi il Milan sulle spalle contro il Porto, dove servirà fare risultato – sarebbe chiaramente meglio un successo – per credere ancora nella qualificazione agli ottavi di finale di Champions League.


Leggi anche:


Presto Bakayoko e Krunic

Si attendono aggiornamenti, infine, anche su Bakayoko e Krunic. I due centrocampisti hanno praticamente smaltito i loro problemi fisici ma dovranno ritrovare la giusta forma atletica per tornare a disposizione di Stefano Pioli. Il francese e il bosniaco risulteranno fondamentali in un periodo in cui si giocherà ancora tanto, praticamente ogni tre giorni. Serviranno forze fresche per non arrivare con la mente annebbiata alle partite.

Non ci saranno novità, invece, per quanto riguarda Alessandro Florenzi, che dovrà star fuori ancora per una ventina di giorni, dopo l’operazione.