CorSera – Milan, Elliott aveva bocciato un acquisto: il retroscena

Elliott nel corso dell’ultima sessione di calciomercato era poco convinto di un acquisto del Milan.

Il fondo americano ha le idee molto chiare sul tipo di progetto sportivo che il club rossonero deve attuare. Le direttive comunicate alla dirigenza sono molto chiare e vengono sempre rispettate.

Paul Elliott Singer
Paul Singer, numero 1 del fondo Elliott (immagine YouTube)

Può capitare, però, che il management sportivo e la proprietà abbiano idee diverse. E anche con Ivan Gazidis, amministratore delegato del club, avvengono confronti sui rinforzi da prendere. Normali dinamiche, niente di clamoroso.

Nella scorsa estate un nome che ha creato delle discussioni all’interno del Milan è quello di Junior Messias. Il brasiliano, per età e non solo, non sembrava essere un profilo adatto al progetto sportivo rossonero. Tuttavia, dopo aver provato a prendere altri giocatori, alla fine è arrivato il 29enne dal Crotone.


Leggi anche:


Mercato Milan, Elliott preferiva Faivre a Messias

Messias Junior
Junior Messias (©Getty Images)

Il Corriere della Sera spiega che il fondo Elliott non era convinto dell’ingaggio di Messias. Preferiva accontentare le richieste economiche del Brest per assicurarsi Romain Faivre, obiettivo concreto del Milan prima dell’arrivo del brasiliano. L’esterno francese era da tempo nel taccuino del capo-scout Geoffrey Moncada, però a un certo punto la trattativa si è arenata nonostante la volontà decisa del giocatore di trasferirsi in rossonero.

Sfumato Faivre, il Milan ha accelerato per Messias. L’operazione con il Crotone è stata definita sulla base di un prestito oneroso da 2,6 milioni di euro e diritto di riscatto fissato a 5,4 milioni. Il brasiliano all’arrivo in rossonero era completamente fuori forma, non avendo svolto la preparazione.

Ha dovuto lavorare per diverse settimane a Milanello per entrare nel giusto stato di forma. Prima convocazione ed esordio contro l’Atalanta a Bergamo. Tanta curiosità di vederlo ancora all’opera, ma un infortunio (lesione del muscolo retto femorale della coscia sinistra) lo ha messo KO e dovrà stare fuori per un po’. Tra 10 giorni nuovo controllo per capire meglio i tempi di recupero.