Romagnoli, tentazione a costo zero | Ma lui spinge per un’altra soluzione

Il futuro di Alessio Romagnoli è sempre più difficile da interpretare. Il capitano del Milan è in scadenza e diviso.

La questione rinnovi contrattuali in casa Milan tiene sempre banco. Sono diverse le situazioni che il club rossonero deve cercare di risolvere il prima possibile, con la speranza di non replicare gli addii amari ed a parametro zero visti lo scorso anno con Donnarumma e Calhanoglu.

romagnoli
Alessio Romagnoli (©Getty Images)

Tra i tanti casi spunta quello di Alessio Romagnoli. Il capitano rossonero sembrava destinato all’addio, visto che ha perso la titolarità assouta dopo l’arrivo di Fikayo Tomori e ha il contratto in scadenza a giugno 2022. Ma nelle ultime ore qualcosa è cambiato.

Si parla di riavvicinamenti tra Romagnoli e la dirigenza Milan, con dialoghi nuovi di zecca per rinnovare l’accordo. Una soluzione che accontenterebbe tutti, ma non così facile da raggiungere: vi sono infatti questioni economiche da risolvere e qualche tentazione ‘esterna’.


Leggi anche:


Romagnoli vuole il rinnovo. Ma spunta la Lazio

Oggi il Corriere dello Sport ha aggiornato la situazione di Romagnoli, che sembra stretta in un bivio. Il suo futuro infatti è ancora oscuro, visto che a circa otto mesi dalla scadenza naturale del contratto non è stata ancora presa una decisione.

Su Romagnoli è rispuntata la candidatura della Lazio. Un’idea che potrebbe affascinare il difensore, grande tifoso biancoceleste anche se non ha mai vestito questa maglia. La squadra di Sarri lo vorrebbe a costo zero, come colpaccio per rimpolpare la retroguardia.

Ma ad oggi la prima scelta di Romagnoli si chiama ancora Milan. Prima di rispondere ad altre offerte, il capitano vuole capire i margini reali per il rinnovo. I rossoneri vorrebbero trattenerlo, ma c’è una forte incongruenza economica per il classe ’95.

Romagnoli percepisce circa 5 milioni netti a stagione e il Milan non intende confermare tale cifra col nuovo accordo, sperando di abbassare gli emolumenti. Una soluzione difficile da trovare e che di certo troverà l’ostacolo Mino Raiola al varco. I prossimi mesi saranno decisivi.