Pioli: “Occhio al Porto, squadra completa”. Leao: “Per noi è una finale”

Le parole dell’allenatore del Milan Stefano Pioli e l’attaccante Rafael Leao, in vista della fondamentale sfida di domani sera

Poco più di ventiquattro ore a Porto-Milan, terza gara del girone di UEFA Champions League. Una partita importantissima e probabilmente decisiva per la squadra di Pioli.

Pioli
Pioli (©Getty Images)

Questi gli umori in casa Milan, la situazione infortunati e gli ultimi dubbi di formazione. Porto-Milan può decidere le sorti europee dei rossoneri, dopo che nelle prime due giornate sono arrivate altrettante sconfitte contro Liverpool e Atletico Madrid.


Leggi anche:


Porto-Milan, le parole di Pioli

Ecco le parole nel pre-gara di mister Stefano Pioli: “Domani sarà una partita fisica e tecnica. Affrontiamo un grande avversario con un allenatore preparato. Sarà una vera e propria partita di Champions”.

Sulle assenze e la formazione: “Ogni singola partita ha una preparazione diversa, abbiamo approfittato della sosta per studiare il Porto, sperando che la nostra strategia porti i suoi frutti. Ibrahimovic? Sta meglio, ma ha giocato solo un quarto d’ora sabato. Non partirà titolare”.

Le condizioni di Bennacer: “Ismael sta bene, è tornato in buone condizioni dagli impegni in Nazionale ed è pronto per domani. I confronti col Porto saranno decisivi per il prosieguo in Europa”.

Su Krunic: “Può partire dall’inizio, si gioca il posto con Daniel Maldini. Il brutto degli infortuni è che quando torni ci metti un po’ per essere al 100%. Adesso Rade sta bene”.

Sullo scontro Ibra-Pepe: “Sono due giocatori di temperamento. Per noi è importante avere Zlatan in buone condizioni, lui è pronto a scontrarsi con qualsiasi difensore”.

Il commento sul Porto: “E’ una squadra completa, mi piace molto il colombiano Diaz per le qualità e per la velocità. Va tenuto d’occhio. A noi mancano diverse cose per tornare grandi. I ragazzi stanno crescendo ma la strada è ancora lunga, ci sono vari step da superare. Domani abbiamo una nuova possibilità per fare un altro risultato positivo”.

Gli aspetti da migliorare del Milan: “Dobbiamo rimanere concentrati e lucidi nelle letture di ogni singola situazione, ogni minimo errore lo abbiamo pagato caro nelle prime due partite. Bisogna fare attenzione sia quando abbiamo palla noi sia quando ce l’hanno gli avversari”.

Su Leao: “Rafa è più consapevole delle proprie qualità ed è più continuo rispetto all’anno scorso. Sta facendo bene ma può fare ancora molto di più. Il nostro è un lavoro reciproco: io do tutto alla squadra e loro ricambiano. Loro vanno in campo, io cerco di fare del mio meglio. Stiamo crescendo insieme”.

Le parole di Rafael Leao

Dopo Pioli ha parlato Leao: “Mi sento migliorato rispetto alla scorsa stagione, sono più continuo. Giocare contro il Porto è difficile, hanno grandi qualità. Domani sarà una finale per noi, vogliamo vincere per continuare il nostro percorso. Dal primo minuto vogliamo attaccare ma dobbiamo tenere alta la concentrazione, loro hanno fatto bene finora”.

Se si sente tra i top mondiali: “Sono qui al Milan per crescere, è un grande club e ci sono tante persone che mi aiutano giornalmente. Questo Milan vuole arrivare lontano, è quello che vogliamo tutti. Domani abbiamo una grande opportunità. Siamo giovani ma abbiamo la testa giusta, ci sono anche giocatori con grande esperienza”.

L’analisi sul Porto: “Anche loro giocheranno per vincere, sono alla ricerca di punti come noi. La Serie A è un campionato difficile, quando sono arrivato ho trovato grandi differenze rispetto a dove ero prima. La Champions per me è un sogno, sentire la canzoncina è una emozione grandissima. Devo e dobbiamo dare tutti il massimo”.

Sulla continuità trovata da Leao: “La fiducia del mio allenatore si è fatta sentire. Il Milan mi ha permesso di esprimere tutte le mie qualità ed è la cosa più importante per me. Ho la testa giusta, sento di poter fare la differenza in ogni momento della partita. Cerco di fare sempre assist e gol, ringrazio il club per avermi messo a mio agio”.