Costacurta snobba Ibrahimovic: “Non è più decisivo, gli insostituibili sono altri”

L’ex difensore del Milan, oggi commentatore televisivo, ha parlato del Milan odierno e dei suoi punti di forza.

Alessandro Costacurta, ex difensore di Milan e Nazionale italiana, è stato interpellato dal quotidiano Il Mattino. Nell’intervista rilasciata, Billy ha commentato l’andamento attuale della squadra rossonera, prima in classifica.

Alessandro Costacurta
Alessandro Costacurta (©Getty Images)

Sulla lotta scudetto Costacurta ha ammesso: “Milan e Napoli sono in testa con merito, al momento sono le migliori. Ma il campionato purtroppo è ancora lungo e ci sono troppe variabili in corso d’opera. Come la Coppa d’Africa che toglierà energie preziose. Tra le 6-7 rivali per il titolo non c’è una favorita, ma io tengo sempre d’occhio la Juventus. A San Siro era destinata a perdere, invece ha dimostrato di esserci”.

L’ex stopper si sofferma su Zlatan Ibrahimovic, non più così centrale nel gioco di Pioli: “Non è più determinante come prima. Certo, è stato fondamentale per far crescere il Milan e chi gioca accanto a lui migliora. Ma il Milan ha dimostrato di poter camminare da solo. Non è più lui l’uomo decisivo, altri sono più importanti”.

Ecco chi per Costacurta sono i nuovi leader rossoneri: “Sicuramente Tonali, è il simbolo di questo Milan giovane e di personalità. Poi Theo Hernandez e Brahim Diaz, sono insostituibili, senza di loro la squadra fa più fatica”.